venerdì 29 marzo 2019

+ + + T A S S E nel 2019

PERSINO LE SCUSE SONO FASULLE!

E' apparso in bacheca un cartello di giustificazioni (non richieste) che la dice lunga sulla preparazione, sulla serietà e sul rispetto che hanno per i cittadini. Unico obiettivo degli autori: dare informazioni SUPERFICIALI E CONFUSIONARIE. 


Infatti non dicono che in consiglio comunale (come al solito DESERTO) hanno ammesso papale papale: "ABBIAMO MESSO LE MANI IN TASCA AI CITTADINI!
NON E’ VERO che mancano 200.000€ al bilancio. Si tratta di un valore che emerge (tutti gli anni) alla prima stima dei funzionari dei vari servizi comunali che comunicano alla giunta tutte le necessità teoriche di bilancio dei loro settori. Poi la giunta DEVE FARE le sue scelte politiche sulle priorità di spesa.
INFATTI NON E' VERO che hanno trovato 200 mila € per non fare i tagli come fa apparire l'ingannevole volantino. Con gli aumenti delle tasse non raccolgono 200 mila euro ma solo coprono i buchi creati dalla scelta assurda sulla tassa rifiuti che SPERPERA 68.000€ di risparmi a favore di poche aziende e attività commerciali. Anche questa scelta scellerata costringe a un aumento generalizzato delle imposte PER FARE CASSA. Spremere i cittadini è più semplice rispetto ad azioni impegnative come risparmi su spese inutili, realizzare le Unioni, valorizzare le entrate dai beni pubblici (scandaloso ad esempio l'affitto appena definito senza gara e senza condizioni al BAR LULLABY  leggI il POST MIRACOLATO; o l'inutile spesa per quasi 50mila€ per acquisire aree stradali di fronte al cimitero che da 10 anni fanno parte di un Piano Integrato ancora non attuato) 

SCRIVERE che l’IMU sulla prima casa rimane invariata è una stupidaggine da disinformati: LA PRIMA CASA DEGLI ITALIANI DA MOLTI ANNI NON PAGA TASSE LOCALI AI COMUNI (vabbé essere inesperti ma c'è un limite a tutto! questa è superficialità se non ignoranza o malafede)

AMMETTERE che gli aumenti TARI sono al massimo di 20€ da la misura dell'approssimazione e della mancanza di logica delle scelte. Per stare alle frasi del loro cartello, se fosse vero un maggior prelievo da 10 a 20€ per le 1926 famiglie avremmo una maggior raccolta totale fra 20.000 e 40.000€; gran parte di questi aumenti alla tassa rifiuti prelevate alle famiglie normali vengono purtroppo usate solo per coprire il MEGA SCONTO del 31% di migliaia e migliaia di euro fatto a un centinaio di aziende e attività commerciali COSI' SPERPERANDO I RISPARMI OTTENUTI CON LA RACCOLTA DIFFERENZIATA che fanno in gran parte le famiglie con il sacco rosso. Questi sono i ringraziamenti della giunta: premio alle aziende e bastonata alle famiglie. 
SI, era da fare il riequilibrio di tassa "domestico/non domestico" ma il solo modo era diluire la compensazione nel tempo come fanno in tutti i Comuni ragionevoli. A SULBIATE NO! 
E prepariamoci ai mega aumenti del prossimo anno sui rifiuti! 

FALSO anche scrivere che gli aumenti alle famiglie sono tra il 2 al 4%, le loro tabelle (LEGGILE SOTTO) sono agli atti pubblici e li smentiscono chiaramente dimostrando che:  
a) gli aumenti vanno dal +1% al +9% 
b) le famiglie da 2 a 4 componenti che vivono in appartamento e monolocale (sono più di 1300 su 2000) hanno tutte aumenti superiori al +4% e fino al +9%. 
c) a pagare solo da +1% a +3% sono le famiglie che vivono in villetta (la giunta le considera più povere?)

MA DA CHI SIAMO AMMINISTRATI? 
E IL SINDACO DI TUTTI CHE FA?  DORME?

LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE ed è vergognoso che le scriva la maggioranza. Possiamo tollerare che sia inesperta e incapace di fare scelte ragionevoli, ma è inaccettabile che sia bugiarda e prenda regolarmente in giro i suoi cittadini con cartelli in bacheca che negano le loro stesse delibere e dichiarazioni in Consiglio. 
E IL SINDACO INVECE DI DIFENDERE I SUOI CITTADINI, APPLAUDE AGLI INGANNI.





sabato 23 marzo 2019

sabato 2 marzo 2019

CONFESSIONE IN BACHECA

VERO OBIETTIVO RAGGIUNTO: PER LIBERARE VIA FERMI ABBATTERE TUTTO

E’ proprio vero, lo confermano in bacheca (immagine sotto): l’obiettivo di questa giunta era liberare via Fermi e radere al suolo il “rudere” NON IMPORTAVA NULLA CONSERVARE LA STORIA DELLA NOSTRA PIAZZA CASTELLO

PER L’OBIETTIVO DI DISTRUGGERE L'IMMOBILE STORICO BASTAVANO POCHE SETTIMANE 
ma hanno impiegato 21 mesi senza conservare un mattone

PER L’OBIETTIVO DI CONSERVARE LA NOSTRA STORIA le nostre giunte hanno lavorato per 10 anni:
  1. abbiamo fatto un PGT nel 2007-2009 che ha respinto le perizie dei privati che già nel 2007 volevano abbattere tutto e cacciare gli affittuari storici che restavano sulle spalle del Comune; 
  2. abbiamo definito con una perizia pubblica nel 2012 che l’immobile aveva un valore storico, 
  3. con tale perizia abbiamo ottenuto il parere della Soprintendenza che ancora oggi chiede di conservare il più possibile e certifica che la piazza è vincolata; 
  4. nel 2015 abbiamo definito norme Comunali basate su quel progetto pubblico; ma la nuova Giunta nel 2018 le ha tolte di mezzo. 

OGNUNO SI PRENDA I SUOI MERITI:
CONSERVARE E’ DIFFICILE E IMPEGNATIVO
DISTRUGGERE E’ FACILE E SODDISFA IL POPOLINO

LA BEFFA PER L'INTERESSE PUBBLICO
la beffa è che adesso i privati - che hanno vinto una lunga battaglia decennale con l'autorizzazione a distruggere l'immobile storico - informano i giornali che vogliono usare il progetto pubblico del 2012 come modello di ricostruzione e trattativa con la Giunta. LEGGI QUI

Noi abbiamo sempre collaborato con la Soprintendenza e continuiamo a farlo informandola del mancato rispetto delle loro raccomandazioni perseguito dai nuovi amministratori pubblici. E MAI TRALASCIANDO DI INFORMARE I CITTADINI   LEGGI QUI
Riteniamo nostro dovere e nostro preciso diritto continuare un progetto di salvaguardia della tradizione che la LISTA CIVICA SULBIATE INSIEME porta avanti dal 1999 con molti recuperi che sono sotto gli occhi di tutti:
- LA CASA COLONICA SAN PAOLO (in via Biffi Sulbiate superiore)
- L'ANTICA CANONICA PARROCCHIALE (a Brentana)
- LA CASA DA NOBILE (a Brentana)
- LA FILANDA (in via Manzoni a Sulbiate Superiore)
L'obiettivo più alto e difficile di conservare PIAZZA CASTELLO viene messo in forte discussione dalle azioni della nuova giunta! 

Se portare avanti le nostre convinzioni anche quando siamo all'opposizione è considerato "un atteggiamento non corretto” SIAMO FELICI DI ESSERLO.

SICURAMENTE CI VANTIAMO DI NON ESSERE DALLA PARTE DI CHI HA CONSENTITO DI RADERE AL SUOLO UN IMMOBILE CHE HA 300 ANNI E POTEVA ESSERE ALMENO PARZIALMENTE CONSERVATO SOLO CON UN MODESTO SFORZO DI GENEROSITA’ CHE EVIDENTEMENTE NON SI ADDICE AD UNA GIUNTA PRIVA DI SLANCI E DI OBIETTIVI ALTI.