venerdì 17 giugno 2022

ELEZIONI 12 GIUGNO 2022: IL 28% DEI SULBIATESI HANNO CONFERMATO IL SINDACO CHE DAL 2017 SI VANTA DELL'INESPERIENZA COME SUO PUNTO DI FORZA

L'essenza della democrazia non è decidere "chi deve governare" ma "impedire che governanti cattivi o incompetenti facciano troppi danni"

(Karl Popper)


Prendiamo atto dei seguenti dati usciti dalle urne:

- la metà dei 3.588 sulbiatesi aventi diritto, ha scelto di non votare (il 46%), o di depositare scheda bianca/nulla (1%) 

- poco più di un quarto: 1.021 cittadini (il 28%), hanno scelto l'inesperienza e l'incompetenza pienamente confermate del Sindaco Della Torre e della sua giunta

- un quarto: 876 cittadini (il 25%), hanno votato la nuova lista "più SULBIATE" candidato Brambilla Davide

- con uno scarto di 145 voti

CITTADINI PER ANNI MANTENUTI DISINFORMATI, INCONSAPEVOLI E SOVENTE INGANNATI DAL SINDACO SUI REALI CONTENUTI DEGLI ATTI COMPIUTI/NON COMPIUTI, ALCUNI GIUDICATI ILLEGITTIMI DALL'AUTORITA' ANTICORRUZIONE (ANAC). 

UN SINDACO E UNA MAGGIORANZA CHE HANNO SCELTO PER 5 ANNI DI ELIMINARE LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E DI CALPESTARE I DIRITTI DEMOCRATICI DEI SULBIATESI, A PARTIRE DA QUELLI DEI 4 ELETTI NEL 2017 RAPPRESENTANTI DELL'OPPOSIZIONE. 

L'INFORMAZIONE PUBBLICA CHE ABBIAMO PREPARATO per aiutare i sulbiatesi a votare CONSAPEVOLI dei tanti problemi causati dal Sindaco e dalla giunta (4 edizioni della FINESTRA di cui 3 consegnate a tutte le famiglie - vedi sotto) E' STATA ANCHE OGGETTO DI FURTI DALLE CASSETTE POSTALI.

Giovedì 9 giugno alle ore 19, un cittadino ha sorpreso un giovane mentre asportava da un condominio le nostre comunicazioni e quelle del candidato Brambilla; il giovane era un congiunto di un candidato della lista Della Torre. Venerdì 10 giugno abbiamo scritto al Sindaco chiedendole di assicurarci per iscritto che non si trattava di azioni sistematiche organizzate dai suoi sostenitori. NON CI HA RISPOSTO!  LEGGI QUI IL COMUNICATO PUBBLICO

Resta il fatto molto grave del silenzio del sindaco e l'ovvia considerazione sul risultato elettorale: quanti cittadini fra i non votanti, o fra i sostenitori del sindaco male informati, avrebbero deciso diversamente senza questi furti?     

Leggete tutti i dettagli su

La nuova FINESTRA n.19: DOVE SONO LE OPERE PUBBLICHE? (consegnata alle famiglie il 26 maggio) 

        CLICCA QUI PER LEGGERE LA FINESTRA N.19

La nuova FINESTRA n.20: CENTRO SPORTIVO COMUNALE: L'ANAC ACCERTA UN ERRORE DOPO L'ALTRO, TUTTI PAGATI DAI CITTADINI. (consegnata alle famiglie il 3 giugno) 

        CLICCA QUI PER LEGGERE LA FINESTRA N.20

La nuova FINESTRA n.21: LO SAPEVATE CHE? (non consegnata) 

        CLICCA QUI PER LEGGERE LA FINESTRA N.21

La nuova FINESTRA n.22: IL SINDACO SULLE TASSE HA USATO LA MANO PESANTE: DAL 2019 AUMENTATE DEL 29% (consegnata alle famiglie il 8 giugno) 

        CLICCA QUI PER LEGGERE LA FINESTRA N.22



venerdì 10 giugno 2022

I SULBIATESI SONO CONSAPEVOLI NON HANNO NULLA DA FESTEGGIARE CON LA CARLA

E' PROPRIO ORA DI CAMBIARE STRADA

IL SINDACO  VOLEVA OCCUPARE LA SCUOLA PUBBLICA  ... PER LA SUA FESTA PRIVATA, SENZA NESSUN  PERMESSO NE' DIRITTO


ZITTI, ZITTI IN FILA PER UNO... DIETRO FRONT SULLA PIAZZA MERCATO


SE PER CASO VI HANNO CONVINTO A VOTARE “LA CARLA” CI PERMETTIAMO DI RICORDARVI QUELLO CHE LEI HA COMBINATO IN QUESTI 5 ANNI A DANNO DEL COMUNE E DI TUTTI I CITTADINI (scusateci se usiamo lo stile lapidario della comunicazione social che non ci piace, ma potete leggere tutti gli atti pubblici che riportiamo nei post di questo sito)


HA MODIFICATO IL REGOLAMENTI COMUNALI ALLO SCOPO DI LIMITARE I DIRITTI DELL’OPPOSIZIONE (con il cronometro alla mano ci tagliava la parola in consiglio comunale. Mai successo in 70 anni di democrazia)

HA CERCATO DI INTIMIDIRE I NOSTRI 4 CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE QUERELANDO PER DIFFAMAZIONE I 2 CAPIGRUPPO (il Magistrato ha respinto la sua azione e il Giudice ha archiviato la querela precisando che abbiamo fatto il nostro dovere di critica e cronaca di fatti di pubblico interesse. E i fatti erano quelli che oggi anche ANAC ha dichiarato illegittimi)

HA SEMPRE NEGATO AI NOSTRI CONSIGLIERI IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI TUTELATO DA REGOLAMENTI E LEGGI (negati anche parte dei documenti per la difesa dalla querela)

HA REALIZZATO NESSUNA DELLE OPERE PUBBLICHE CHE HA INSERITO NEI SUOI BILANCI DI PREVISIONE (salvo i loculi del cimitero fatti con i soldi del Governo per rilanciare l'economia dopo il Covid) 

HA SCELTO PER 5 ANNI E ANCHE PER IL FUTURO DI NON VOLER RICORRERE AI MUTUI CHE SONO INDISPENSABILI E IL SOLO MODO PER FARE NUOVE OPERE PUBBLICHE (ha persino rimborsato un mutuo esistente di 300.000€)

HA AUMENTATO DEL 29% LE TASSE COMUNALI (SBAGLIANDO I CONTI VISTO CHE DICHIARAVA DI VOLER FARE AUMENTI “SOLO” DEL 7%). Non ha  corretto gli errori "per non rischiare di restare senza soldi" parole dell'assessore; e mentre i cittadini pagano il Comune ha in cassa 2 milioni inutilizzati 

HA INCASSATO - DA NOI CITTADINI 1.210.000€ DI AUMENTI DI TASSE IN 4 ANNI, CHE SONO TUTTI FERMI IN BANCA SENZA FARE OPERE E SERVIZI (soldi prelevati alle famiglie già in difficoltà per la pandemia) 

HA INCASSATO IN 4 ANNI 851.763€ DI MULTE, QUADRUPLICANDOLE RISPETTO AL PASSATO; MA 526.000€ SONO BLOCCATE PERCHE’ NON PAGATE 

HA FATTO COSTRUIRE DUE CAMPI DI PADEL E DATO IN AFFITTO IL BAR DELLA PALESTRA SENZA GARA CON SEMPLICI ATTI DI GIUNTA: ATTI DEFINITI ILLEGITTIMI DALL’AUTORITA’ NAZIONALE ANTICORRUZIONE

HA CONTINUATO A RIFERIRE AI SULBIATESI E ALLA STAMPA LA FALSITA' CHE “HA FATTO IL BANDO CHE C’ERA NEL CASSETTO” BEN SAPENDO CHE LA GARA DEL CASSETTO E’ REGOLARE E LE DELIBERE GIUDICATE ILLEGITTIME SONO SOLO LE SUE

HA SEMPRE IGNORATO DI FARE CONTROLLI AL GESTORE DEL PADEL, DEL CENTRO SPORTIVO E DEL BAR; PER CUI NESSUNO HA LA CERTEZZA SE I DATI DI INCASSO E LE MANUTENZIONI DEGLI IMPIANTI SONO REGOLARI E CORRETTE. LA PRECARIETA' DI PULIZIA E DECORO DEI LUOGHI SONO EVIDENTI A TUTTI (tanto che la festa di oggi dello spritz elettorale la volevano fare nelle scuole invece che all'area feste disastrata da anni)

HA MODIFICATO LA COMPOSIZIONE DELLE AZIENDE VINCITRICI DEL BANDO EX-FILANDA ALLONTANANDONE DUE E INSERENDO DUE NUOVE AZIENDE ESTRANEE AL BANDO, LE QUALI PER FARE ATTIVITA’ DI PRODUZIONE (NON CONSENTITA DAL CONTRATTO E DAL BANDO), HANNO DI FATTO DA 3 ANNI CHIUSO LA EX-FILANDA  AI SULBIATESI

HA FATTO ABBATTERE L’IMMOBILE STORICO DI PIAZZA CASTELLO SENZA CHIEDERE NESSUNA GARANZIA DI RICOSTRUZIONE: DA 4 ANNI LA PIAZZA E’ ABBANDONATA

HA INTERROTTO NEL 2018 IL PROCEDIMENTO DI UNIONE CON IL COMUNE DI AICURZIO SPRECANDO 4 ANNI DI COLLABORAZIONE, DI ESPERIENZA E DI RISPARMIO COSTI   

HA SEMPRE UNA SOLA RISPOSTA PRONTA DI FRONTE A QUESTI FATTI CHE SONO AMPIAMENTE DOCUMENTATI AGLI ATTI DEI SUOI STESSI UFFICI COMUNALI: "TUTTO FALSO”

I consiglieri comunali di opposizione


mercoledì 8 giugno 2022

LA FINESTRA N.22 - DA 4 ANNI PAGHIAMO IL 29% IN PIU' DI TASSE RISPETTO AL 2017 ... SENZA MOTIVO E INUTILIZZATE

PER UN VOTO CONSAPEVOLE 

IL SINDACO SULLE TASSE HA USATO LA MANO PESANTE SENZA SPIEGARCI PERCHE'

Vi invitiamo a consultare l'ultimo nostro informatore sulle TASSE. Lo riceverete anche a casa, sono informazioni che il Sindaco non ha mai dato e neppure spiegato. Frutto di gravi errori di stima  che sono dimostrati dai bilanci comunali. Ma:

- prima, sono stati negati dal Sindaco con il solito ingannevole: "tutto falso"; 

- poi, le rilevanti maggiori entrate sono rimaste nelle casse del Comune inutilizzate (in 3 anni maggiori tasse incassate per 864.000€) e ferme con un conto in banca al 31.12.2021 che sfiora i 2 milioni. E nel 2022 stiamo versando ancora aumenti per altri 350.000€! 

- infine, in dicembre 2021 questi immotivati aumenti di tasse sono stati già riconfermati fino al 2024, insensibili ai problemi delle famiglie alle prese con la crisi e il Covid (salasso che pagheremo se si vota ancora "la Carla")

CLICCA QUI PER LEGGERE LA FINESTRA N.22

TROVERETE QUESTE INFORMAZIONI CHE IL SINDACO HA SEMPRE NASCOSTO:

1. le tasse comunali rispetto al 2017 sono aumentate del 29% con maggiori incassi nei 4 anni 2019-2022 di 1.210.000€

2. IMU, IRPER,TARI: le imposte locali tutte aumentate (per errori di stima incredibili!)

3. avanzo di amministrazione al 31.12.2021: 1.973.265 € - la certificazione di un fallimento

4. e se non bastano le tasse, vengono più che quadruplicate le multe: da 54.000€ nel 2016 a 276.000€ nel 2021 

5. negli ultimi 4 anni sono state accertate multe per 851.763 € (e chi le paga?)


documenti disponibili:

PRINCIPALE DOCUMENTAZIONE SULLE TASSE:

PUNTI 1

  • DELIBERE DI CONSIGLIO DEL 21.03.2019 - leggi le 4 delibere immotivate di aumento TASSE QUI N.6 IMU, QUI N.8 TARI (rifiuti) QUI N.9 IRPEF
  • LE DICHIARAZIONI DI VOTO - quella della maggioranza ammette che "mette le mani nelle tasche dei cittadini", e poi quanto e emerso che ha sbagliato i conti, ANCHE SE IN PIENA PANDEMIA, si sono tenuti il malloppo LEGGI QUI. La nostra dichiarazione LEGGI QUI
  • IL MANIFESTO DELLA MAGGIORANZA SULLE TASSE PIENO DI ERRORI leggilo - se vuoi leggi qui la nostra dichiarazione di voto al bilancio 2020, letta al Consiglio a staffetta dei nostri consiglieri  controllati dal sindaco con il cronometro con il sottofondo della derisione e dei commenti sarcastici dei colleghi di maggioranza 

DI SEGUITO CONTINUA A LEGGERE LE ALTRE FINESTRE E LA DOCUMENTAZIONE A SUPPORTO ...


TROVI QUESTE INFORMAZIONI 

1. LA EX-FILANDA: UN QUADRO IMPIETOSO 

2.  IL SENSO UNICO DI VIA DON MARIO CICERI: IMPROVVISATO E PERICOLOSO

3. IL SENTIERO DI CASCINA CA': SUL TRACCIATO DI PEDEMONTANA 

4. ATTRAVERSAMENTO STRADALE S.P.177 

5. L'IMMOBILE ABBATTUTO IN PIAZZA CASTELLO ABBANDONATO

6. E COME SE NON BASTASSE...  gli ORTI che occupano l'area del polo dell'infanzia; la TANGENZIALE NORD e Piazza Beretta sempre rinviate; la TANGENZIALE SUD snobbata per 5 anni; il progetto ILLUMINA dorme (illuminazione pubblica) 

documenti principali:

punto 1:   nostra nota al Consiglio del 5.4.2022 di sintesi sul procedimento Ex-Filanda leggi qui

punto 2:   via Don Mario Ciceri LEGGI QUI

punto 5:   piazza Castello: 2012 studio pubblico arch.Bonicelli leggi qui - 2015 PARERE DI CONSERVAZIONE SOPRINTENDENZA LEGGI - delibera n.79/2015 nostra giunta Crespi LEGGI  - 2018 CONFERENZA SERVIZI Giunta della Torre per abbattimento LEGGI - delibera di revoca indirizzi/vincoli urbanistici n. 81/2018 giunta della Torre LEGGI

sabato 4 giugno 2022

LA FINESTRA N.20 - PERCHE' SULBIATE INSIEME HA DECISO DI CONCLUDERE LA SUA ESPERIENZA AL SERVIZIO DEL NOSTRO PAESE?

PER UN VOTO CONSAPEVOLE - QUI DOCUMENTI E DETTAGLI SULLA   COSTRUZIONE DEI CAMPI DI PADEL 

Nei prossimi giorni riceverete a casa gli ultimi 4 numeri del nostro informatore che da 23 anni racconta quanto avviene nel nostro Comune. Troverete le seguenti informazioni:

La premessa di tutto, descritta nella FINESTRA N.19, è che la maggioranza nei 5 anni ha fallito la sua prima promessa elettorale sui temi della partecipazione e della democrazia:

1) PARTECIPAZIONE E COMUNICAZIONE


LEGGI QUI IL POST e i tutti motivi e doc. nella FINESTRA N.19

Tutti questi comportamenti della maggioranza hanno minato la democrazia locale e raggirato la buona fede dei cittadini che non sono stati messi a conoscenza di tanti fatti e decisioni pubbliche totalmente sconosciuti. Anche le azioni e i diritti dei nostri consiglieri di minoranza sono state ostacolate e negate in ogni modo (lo abbiamo dovuto denunciare alla magistratura). Tutto ciò riteniamo sia molto più grave del non avere realizzato le opere pubbliche e i servizi ai cittadini sempre promessi e mai veramente concretizzati.

Leggete tutti i dettagli su

La nuova FINESTRA n.19: DOVE SONO LE OPERE PUBBLICHE? (consegnata alle famiglie il 26 maggio) 

La nuova FINESTRA n.20: CENTRO SPORTIVO COMUNALE: L'ANAC ACCERTA UN ERRORE DOPO L'ALTRO, TUTTI PAGATI DAI CITTADINI. (in consegna alle famiglie il 3 giugno) 

La nuova FINESTRA n.21: LO SAPEVATE CHE? 

La nuova FINESTRA n.22: IL SINDACO SULLE TASSE HA USATO LA MANO PESANTE: DAL 2019 AUMENTATE DEL 29% (in consegna alle famiglie il 7 giugno) 

CLICCA QUI PER LEGGERE LA FINESTRA N.20

TROVERETE SOTTO I DOCUMENTI CITATI DA LEGGERE


























documenti disponibili:

INTRODUZIONE - NOTA DI REDAZIONE:

    A)  OSSERVAZIONI AL SINDACO del 11 maggio 2022 (in copia ANAC, Prefetto, Consiglieri, Segretario e Revisore dei conti)   LEGGI QUI   IGNORATE

    PRINCIPALE DOCUMENTAZIONE SUL CENTRO SPORTIVO:

    PUNTI 2, 4 e 5

    • DELIBERA ANAC: PADEL PROCEDIMENTO ILLEGITTIMO - Comunicazione ANAC del 10.03.2022 definizione del procedimento di vigilanza   LEGGILO QUI
    • LE RISPOSTE DEL SINDACO ALL'ANAC E AL CONSIGLIO COMUNALE NEGANO LA REALTA' - risposta del Sindaco al Presidente ANAC del 06.04.2022   LEGGILO QUI - Risposta del Sindaco al Consiglio comunale del 27.04.22 a interpellanza sul procedimento in corso dell’ANAC  LEGGILO QUI
    • DOCUMENTI DELLA GARA DI GESTIONE - Determina n.26 del 4.10.2018: Affidamento in concessione a POLIS SPORT a seguito della gara realizzata dalla centrale di acquisto della Provincia (che non abbiamo contestato e che è assolutamente regolare anche per l'ANAC), la gestione è avviata il 4.2.2019 LEGGI QUI (potrete controllare che sono false le ripetute affermazioni del Sindaco che "ha fatto quello che c'era nel cassetto" il funzionario elenca ben tre delibere della sua Giunta che modificano l'avvio del procedimento del sindaco precedente) -  TESTO DELLA CONVENZIONE IN VIGORE   LEGGI QUI
    PUNTO 2 
    • DELIBERA DI GIUNTA N.13 del 07.03.2021 - E' L'ATTO DICHIARATO ILLEGITTIMO DA ANAC - Concede senza gara la realizzazione dei campi di padel a un soggetto diverso dal gestore e senza verificarne i requisiti di legge. Con modalità non consentite alla pubblica amministrazione. LEGGI QUI
    • VERBALE POLI SPORT del 31.01.2019 (stralcio) - Un mese prima il concessionario verbalizza le condizioni che trascriverà la delibera n.13 della Giunta il 7.3.2019. LEGGI QUI
    • GLI INCASSI DA UTENTI: PADEL RICCO IMPIANTI STORICI CROLLO - Leggi l'analisi i sotto riportata che risulta dai dati di 3 anni di gestione
    PUNTO 3 
    • I DUE PIANI ECONOMICI FINANZIARI - quello corretto pubblicato in sede di gara LEGGI QUI; quello tardivo pervenuto nel giugno 2020, dopo un anno dall'apertura dei compi e mai approvato né contestato dalla giunta LEGGI QUI
    • INTERPELLANZE 2019 E 2020: RISPOSTE ASSESSORE E NOSTRE CONTRODEDUZIONI IGNORATE - risposte incomprensibili e silenzi che sono ammissioni di colpa come i tutti i documenti negati ai consiglieri LEGGI QUI la nostra del 13.01.2021 e LEGGI QUI la nostra del 12.03.2020
    • ESPOSTO ANAC DEL 24.03.2020 TESTO DEL FORMULARIO PRESENTATO - un semplice testo che smaschera il Sindaco che continua a mentire a tutti comunicando che abbiamo contestato la gara di gestione che lei "ha trovato nel cassetto"; il problema non è la gara di gestione (che è regolare e che lei ha trovato nel cassetto ma ha modificato con ben 3 sue delibere di giunta) ma sono i suoi atti successivi che assegnano senza gare il PADEL (valore economico incassi per 8 anni da 460.000 a oltre 1.000.000) e il BAR Palestra (per 12 anni valore economico stimabile da un minimo di 1.200.000 a oltre 2.000.000) concessi illegittimamente senza gara LEGGI QUI

    PUNTO 6 

    • LE TARIFFE  UN AUMENTO MACROSCOPICO ANCHE DEL 100% - MAI VISTO IN UNA STRUTTURA PUBBLICA - LEGGI QUI la nostra valutazione sugli aumenti sugli incassi effettivi del 2019 applicando gli aumenti del marzo 2020: UN DISASTRO che ha allontanato gli utenti degli impianti storici ... più del covid e dell'abbandono delle manutenzioni (vedi il beach volley che in 3 anni è diventato un campo di patate)
    • L'ACCESSO AGLI ATTI CONCESSO DOPO 28 MESI IL 9.3.2022 ... SENZA RICEVERE GLI ATTI - LEGGI QUI la nostra nota come sempre ignorata e i MISTERI sugli obbligatori registri giornalieri di frequenza degli utenti e sulle ricevute di pagamento rilasciate che nessuno ha mai visto. 


    IL COMUNE CI HA CONSEGNATO CON 2 MESI DI RITARDO GLI INCASSI DEL CENTRO SPORTIVO DEL 2021: PADEL RICCHISSIMO IMPIANTI SPORTIVI ABBANDONATI

    ANCORA UNA CONFERMA DI UN COMPORTAMENTO OPACO E OMISSIVO DI SINDACO E GIUNTA

    Abbiamo ricevuto con 57 giorni di ritardo il rapporto del 2021 del gestore del centro sportivo comunale. Il funzionario lo ha ricevuto il 30 marzo e, nonostante i nostri solleciti, ci ha inoltrato il documento solo a fine maggio. Incomprensibili i motivi del ritardo essendo solo un banale inoltro con e.mail (ai consiglieri che ne hanno diritto) di un documento ricevuto dal gestore!

    Siamo alla conclusione di un mandato amministrativo è il momento di fare i conti anche economici di una gestione - quella del Centro sportivo che è stata stravolta dalla giunta con l'aggiunta dei nuovi campi di padel e dell'affitto del BAR - che dal 10.03.2022 è stata ufficialmente giudicata dall'Anticorruzione con queste parole: 

    “illegittimità dell’affidamento ex post della costruzione e della gestione di due campi di padel tennis, prestazioni estranee all’originaria concessione, autorizzata all’aggiudicatario attraverso il subingresso di un soggetto terzo ad esso affiliato, in accoglimento di una generica proposta formulata nell’offerta tecnica” (cit. pag.5 della relazione ANAC). 

    Sono parole inequivocabili per chiunque, tranne che per il Sindaco e la sua giunta che, oltre ad averle nascoste per due mesi - CONFIDANDO DI FARLA FRANCA IN SEDE DI ELEZIONI -  continuano senza pudore a negarne l'evidenza in ogni sede.

    LASCIAMO ALLE PERSONE GIUDICARE SE AFFIDARSI ANCORA AD UN SINDACO CHE - DELLE DUE L'UNA - NON CAPISCE, OPPURE, MENTE SAPENDO DI MENTIRE AI SUOI CITTADINI.

    CON QUESTE INFORMAZIONI (RITARDATE SENZA MOTIVI) POSSIAMO GIUDICARE I FATTI ANCHE DAL PUNTO DI VISTA DEI SOLDI CHE IL GESTORE HA DICHIARATO DI AVERE INCASSATO NEI 3 ANNI DAL FEBBRAIO 2019 ALLA FINE DEL 2021:  

    - SONO CROLLATI INCASSI/FREQUENZE DEGLI IMPIANTI STORICI CHE USANO I SULBIATESI (ALCUNI ABBANDONATI)  

    - SONO ESPLOSI INCASSI/FREQUENZE DEI PADEL USATI DA CLIENTELA, COSI' PARE, PREVALENTEMENTE NON RESIDENTE A SULBIATE.

    Il grafico rappresenta le entrate da utenti della gestione (dal 2013 al 2021); mette bene in evidenza dal 2018 un decadimento della frequenza degli impianti storici - DA SEMPRE MOLTO FREQUENTATI DAI SULBIATESI - e, al contrario, un'esplosione del settore PADEL che non ha risentito dello STOP del covid.




    IL GRAFICO SEGUENTE RAPPRESENTA DATI CONSUNTIVI DICHIARATI DI INCASSO DAL 2017 AL 2021 E RIPORTA UNA STIMA DEL POTENZIALE ECONOMICO DI PREVISIONE DAL 2022 AL 2026 (senza considerare gli introiti del BAR PALESTRA anch'esso concesso senza gara, quindi illegittimamente, come ha comunicato ANAC!).
    I numeri rappresentano il paradosso che nel 2022, con una gestione depurata dalla pandemia e dall'incuria degli impianti storici, i volumi di incassi possibili in un solo anno potrebbero superare i 220.000€ (escluso il BAR). Si tratta di entrate annuali molto vicine ai 285.000€ (lordi) messi a gara per 8 anni nel 2019. COME PUO' IL SINDACO CONTINUARE A NEGARE DI AVERE COMMESSO GRAVISSIMI ERRORI - PERSINO CON ATTI ILLEGITTIMI - A DANNO E DELL'INTERESSE PUBBLICO PER AVERE ASSEGNATO SENZA GARA QUESTI BENI DEL PATRIMONIO PUBBLICO? 




    ANALISI DEI DATI CONSUNTIVI 
    dal 2017 fino al 2021

    VALORI ECONOMICI DICHIARATI IN GARA - la gara pubblica che ha affidato la gestione valutava e pubblicava per i potenziali concorrenti gli incassi medi annuali realizzati dei precedenti anni pari a 35.615,80€ (moltiplicati per 8 anni = 285.000€ e ridotti del 35% offerto come canone al Comune dal gestore, danno un valore netto economico di gara di 185.000€ per otto anni); UN BANDO REGOLARE CHE NOI NON ABBIAMO MESSO IN DUBBIO E ANCHE L'ANAC NON HA DICHIARATO ILLEGITTIMO. 
    Il bando di gara, correttamente realizzato dalla Centrale di acquisto della Provincia di Monza e Brianza, non prevedeva la possibilità di costruire i nuovi campi di padel e di gestire il BAR. 

    Le azioni illegittime sono state compiute dalla giunta Della Torre (lo ha certificato l'Autorità Nazionale Anticorruzione, non l'opposizione che ha solo chiesto di verificare) quando, poche settimane dopo l'avvio della gestione il 4.2.2019, la giunta ha assegnato SENZA PROCEDURE COMPETITIVE e con proprie delibere illegittime emesse un mese dopo l'avvio della gestione: 
    - il 7.3.2019 con delibera n.13 la costruzione dei campi  
    - il 11.04.2019 con delibera n.25 l'affitto + (il 20.06.2019 con delibera n.45) il subaffitto del locale BAR della palestra. 

    L'IMPATTO DEGLI ATTI ILLEGITTIMI SUL VALORE ECONOMICO DEL CENTRO SPORTIVO E SULLA FREQUENZA DEGLI IMPIANTI - 

    NUOVO VALORE ECONOMICO DELLA GESTIONE AMPLIATA SENZA GARE
    Appare evidente che dal 2019 l'attivazione dei campi di padel che - come accerta e comunica ANAC - è illegittima perché i campi assegnati senza gara e direttamente dalla giunta, così come anche il BAR, stravolgono il contenuto economico pubblicato in sede di gara nel 2018. 
    Infatti al valore economico delle entrate lorde dichiarato in sede di gara ai quali si devono aggiungere:
    35.615,80€ valore annuo a base di gara (per 8 anni); 
    + circa 20.000€ per l'aumento delle tariffe concesso dal marzo 2020; 
    + le entrate dei padel (dichiarate nel 2021 per 97.000€, che potenzialmente possono superare i 120.000€ annui); 
    + le entrate della gestione del BAR di cui nulla è conosciuto e che è stato assegnato in subaffitto ad una società i cui soci sono riconducibili a quelli della ASD Squeeze Camuzzago.

    EVOLUZIONE DELLA FREQUENZA DEGLI IMPIANTI DEL CENTRO SPORTIVO
    Appare evidente altresì che il gestore ha avuto maggior cura del progressivo incremento degli introiti da padel determinando la netta contrazione della frequenza degli impianti storici.

    Nel 2021 siamo scesi per incassi/frequenze ai 18.000€ per gli impianti storici contro i 97.000€ per i padel. Considerando che le tariffe degli impianti storici, nel marzo 2020, sono state aumentate del 70% dalla giunta (sempre con procedimento al di fuori delle norme) stiamo prendendo atto che la loro frequenza  è crollata. Da incassi/frequenze medi di 35.615€/anno realizzati nei 5 anni pre-padel; a incassi/frequenze che nel 2021 si sono dimezzati a 18.000€ (ovviamente, per omogeneità, ricalcolati alle vecchie tariffe). 
    UN CROLLO PESANTE DATO DALL'INCURIA, non tanto dal Covid, visto che per gli incassi dei padel il covid non ha inciso.

    COSA DIMOSTRANO I DATI CONSUNTIVI DEI 3 ANNI 2019-2021? - Il grafico degli anni 2019-2021 mostra chiaramente l'inversione dei flussi economici e, quindi, delle azioni compiute dal gestore. Le entrate, e quindi le frequenze degli utenti, passano da un rapporto quasi paritario nel 2019 ad una proporzione 10 a 2 nel 2021.

    E' EVIDENTE CHE IL CENTRO SPORTIVO CON L'AVVENTO DEI PADEL E DEI SUOI SOCI E' STATO ASSERVITO PRINCIPALMENTE ALLO SVILUPPO DELL'ATTIVITA' ECONOMICA PREVALENTE DEI PADEL. HA CAUSATO IL PROGRESSIVO DECADIMENTO DELLE FREQUENZE, DELLE MANUTENZIONI E DELLA CURA DEGLI IMPIANTI STORICI E DEGLI SPAZI ESTERNI DEDICATI AI RESIDENTI. NEL SILENZIO DELLA GIUNTA CHE NON HA MAI ATTIVATO I CONTROLLI CHE ABBIAMO SEMPRE RICHIESTO E SOLLECITATO NEL RISPETTO DELLE REGOLE PREVISTE DALLA CONVENZIONE. 

    E' anche rilevante considerare che l'incasso dei padel del 2021 (con il covid ancora in campo) ammonta alla considerevole cifra di 97.000€ (quasi il doppio, +88%, rispetto alla previsione di 51.500€  presentata dal gestore nel giugno 2020) mentre l'incasso degli altri impianti crolla a 18.000€ (valore ricalcolato per omogeneità alle vecchie tariffe) rispetto ai 35.615€ annui previsti nel bando di gara del 2018. Ci chiediamo per quale miracolo il covid e le sue restrizioni non abbiano colpito solo il tendone dei campi di padel.   

    L'IMPATTO SULLA COMPOSIZIONE DEGLI ASSOCIATI ALLA ASD POLIS SPORT SULBIATE
    Riteniamo sia anche rilevante precisare che due fatti precisi hanno provocato modifiche alla compagine dalle ASD Polis Sport Sulbiate (il concessionario della gara di gestione). I due principali soci fondatori il G.S.Oratorio Sulbiate è uscito dalla ASD e il Volley Brianza est ha ridotto al minimo la presenza delle sue squadre. 

    A) L'ingresso della ASD Squeeze Camuzzago in quanto costruttore dei padel (SOGGETTO PER IL QUALE, ANAC RIFERISCE, IL COMUNE NON HA VERIFICATO I  DEI REQUISITI PREVISTI DAL CODICE DEGLI APPALTI cfr.: "requisiti di ordine generale, tecnico professionale ed economico finanziario");

    B) la scelta della giunta di alterare le tariffe degli impianti sportivi esistenti con aumenti medi del 70%, anch'essa adottata dalla giunta in difformità ai regolamenti comunali e alle norme nazionali. Sono stati infatti modificati - dopo un solo anno - gli esiti della gara che definiva gli aspetti economici anche in base alle tariffe esistenti accettate dal vincitore. Così la giunta ha ingiustamente favorito il gestore scaricando i maggiori costi tariffari sui cittadini utenti e sulle altre ASD associate a Polis Sport che hanno, ad esempio, subito il raddoppio della tariffa della palestra centrale, la più usata, da 10€ a 20€ orarie. Uno sproposito che riteniamo non abbia eguali su tutto il territorio nazionale.  

    Di fatto il risultato è che dopo pochi mesi dall'avvio il 4.2.2019 della concessione, il gestore ASD Polis Sport pare essersi trasformato dall'associazione di varie ASD che insieme e con equilibrio avevano cura, con le loro diverse attività, dell'utilizzo e della gestione di tutti gli impianti del nostro centro sportivo, in una ASD guidata dai componenti della stessa ASD Squeeze Camuzzago che hanno anche il controllo della Sul-bar srl che ha ottenuto in subaffitto la gestione del servizio BAR.

    SCELTE INCOMPRENSIBILI ED IRRAZIONALI DA PARTE DELLA GIUNTA DI SULBIATE che in modo palese ha operato contro l'interesse pubblico.
    A questo si aggiungano la lunga serie di atti, sovente non supportati da delibere ma solo da accordi verbali, che hanno provocato costi aggiuntivi per il Comune e per la cittadinanza:
    - spese per impianti tecnologici aggiuntivi non previsti dal progetto iniziale dei campi e lasciati a carico del Comune (38.000€);
    - spese per metano e energia elettrica rimaste a carico del Comune (oltre 20.000€);
    - le quote di sovrapprezzo per riscaldamento (stimate in circa 15.000€) a carico degli utenti sono incassate dal gestore ma le "bollette" sono pagate dal Comune;
    - la giunta con delibera n.92 del 27.12.2018 ha deciso di acquistare (al costo di circa 50.000€) un terreno adiacente ai campi di padel al solo scopo di ottenere dalla proprietà il permesso di costruire i campi in deroga alle distanze di confine.

    ANALISI DEI DATI DI PREVISIONE 
    dal 2022 fino al 2026

    VALORI ECONOMICI - sono utilizzate le previsioni ufficiali del piano economico-finanziario del gestore e, in parte, di nostre analisi e stime dei dati ricevuti e disponibili basate sul buon senso. 

    CAMPI DI PADEL 2019-2026 - (in arancione) I valori delle previsioni fino al 2026 relativi ai campi di padel  sono stati depositati in Comune dal gestore ASD Squeeze Camuzzago nel giugno 2020 che ha depositato tardivamente il suo piano economico finanziario per gli 8 anni (4+4) della gestione del concessionario ASD Polis Sport Sulbiate, senza nessuna osservazione/contestazione da parte della giunta

    Il piano dichiara incassi dal 2022 a 2026 massimi di 62.000€ annui che comportano 4 partite medie giocate al giorno. Valore complessivo degli incassi previsti in 8 anni: 436.800€. Da rilevare che tale importo, applicando il 35% previsto dalla concessione di gestione, consente di recuperare dal Comune in 8 anni proprio i circa 150.000€ investiti per la costruzione dei campi.

    Nel periodo mag.2019-dic.2021 gli incassi consuntivi dei padel dichiarati sono pari a 177.525€ che corrispondono a 3.974 partite pagate per una media giornaliera di 5 partite (con l'utilizzo di 3,5 ore al giorno per ciascun campo) pari al 25% della capacità massima di ore/giorno disponibili.

    Pare evidente che la stima su 8 anni dichiarata nel giugno 2020 nel piano economico-finanziario ufficiale di sole 4 partite al giorno è sottostimata. Lo conferma il consuntivo di incassi dichiarati dei primi 2 anni con la media di 5 partite/giorno (covid compreso) e soprattutto i dati di partite pagate per 3 trimestri su 10 che raggiungono le 9 partite medie al giorno (impegnando i campi per quasi la metà delle 20 partite/giorno possibili negli orari di apertura). Non depone a favore della Squeeze il fatto che proprio nel 2020 ha ottenuto, tramite regolare gara, la gestione di 2 campi di padel comunali scoperti in Comune di Concorezzo; il piano economico-finanziario correttamente definito in sede di gara dall'ufficio tecnico del Comune, stimava partite medie giornaliere pari a 7,5. Un valore "di mercato" che Squeeze ha ignorato, dimezzandolo a 4 partite, nel presentare il suo piano a Sulbiate. Perché?  

    Queste nostre considerazioni sui dati consuntivi di incasso dichiarati dal gestore - pur con la certezza che mai la giunta ha attivato i controlli che abbiamo richiesto, come confermano i funzionari, e che mai ci sono stati mostrati i registri giornalieri delle frequenze degli impianti e le ricevute di pagamento rilasciate agli utenti - consentono di valutare i dati di previsione fino al 2026 con le seguenti considerazioni.

    PREVISIONE INCASSI 2022-2026 

    SUGLI IMPIANTI STORICI

    Un gestore oculato dovrebbe avere l'obiettivo minimo di migliorare il dato posto a base di gara di 35.615€ maggiorato almeno del +70% pari alla media dell'aumento tariffario ottenuto dalla giunta nel marzo 2020. Quindi incassare come minimo il valore di 60.546€ annuo per eguagliare i risultati medi ordinari conseguiti prima del 2018.

    SUI CAMPI DI PADEL

    Il gestore nel suo piano economico-finanziario (PEF) ha inserito incassi stimati per gli anni dal 2022 al 2026 di 62.000€ all'anno, pari alla media di 4 partite giocate al giorno per 46 settimane anno (ricavate alla tariffa media di 44,67€ ogni partita da 1,5 ore). Dato inserito in arancione nel grafico.

    Riteniamo che per un aggiornamento delle previsioni, considerati gli incassi già ottenuti nei trimestri dal maggio 2019 al 31 dicembre 2021 che danno una media di 5 partite giornaliere e che in 3 trimestri si sono già ottenuti dati medi di 8 e 9 partite, si possano stimare entrate complessive dal Centro Sportivo oscillanti da un minimo di 4 partite/giorno (parte arancione) fino alle 10 partite giorno (parte grigia). Lo attesta anche il risultato del 2021, che pur in periodo covid, ha visto incassi dichiarati per 97.000€ pari a quasi 7 partite medie giorno.

    SULLA GESTIONE ECONOMICA E DI SERVIZIO DEL BAR: NULLA SI CONOSCE

    Riteniamo che la scelta di assegnare i locali BAR della palestra senza definire i livelli e i limiti di servizio (orari, tariffe, ecc.) funzionali alle esigenze degli utenti e della comunità locale, sia un'altra scelta negativa della giunta. Il gestore assegnatario di un bene pubblico a condizioni economiche palesemente fuori mercato è sostanzialmente libero di agire a suo piacimento e senza vincoli e controlli indispensabili nei confronti di una struttura di proprietà del Comune che DEVE SVOLGERE ANCHE UN SERVIZIO PUBBLICO ALLA STRUTTURA SPORTIVA E SCOLASTICA E AGLI UTENTI DEL CENTRO SPORTIVO E DEL SUO PARCO.  

    SU TUTTO QUESTO GROVIGLIO  DI DECISIONI ERRATE E FUORI CONTROLLO IL SINDACO DAL 10.03.2022 NASCONDE GLI ATTI ANAC E NEGA LE SUE RESPONSABILITA' AL CONSIGLIO COMUNALE, AI CITTADINI, AI GIORNALI, E INVOCA LA "BUONA FEDE" PRESSO L'ANAC.

    riportiamo sotto l'ultimo meschino tentativo del Sindaco (con un post pubblicato il 3 giugno dopo avere nascosto per 3 mesi le conclusioni di ANAC) di raccontare che per i padel illegittimi "tutto va bene, qual'è il problema?" con un decalogo utile solo a continuare ad ingannare i cittadini. 






    mercoledì 1 giugno 2022

    LA FINESTRA N.19 - PERCHE' SULBIATE INSIEME HA DECISO DI CONCLUDERE LA SUA ESPERIENZA AL SERVIZIO DEL NOSTRO PAESE?

    PER UN VOTO CONSAPEVOLE VI INFORMIAMO SUI TANTI PROBLEMI DEI 5 ANNI DI GIUNTA DELLA TORRE 

    Nei prossimi giorni riceverete a casa gli ultimi 4 numeri del nostro informatore che da 23 anni racconta quanto avviene nel nostro Comune. Troverete le seguenti informazioni:

    La premessa di tutto, descritta nella FINESTRA N.19, è che la maggioranza nei 5 anni ha fallito la sua prima promessa elettorale sui temi della partecipazione e della democrazia:

    1) PARTECIPAZIONE E COMUNICAZIONE


    2) TEASMISSIONE IN STREAMING DEL CONSIGLIO COMUNALE 

    3) LE CONSULTE DI QUARTIERE

    4) RAPPORTI ISTITUZIONALI

    5) DIRITTI DI PAROLA E DI INIZIATIVA DELL'OPPOSIZIONE

    6) DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DEI CONSIGLIERI

    Tutti questi comportamenti della maggioranza hanno minato la democrazia locale e raggirato la buona fede dei cittadini che non sono stati messi a conoscenza di tanti fatti e decisioni pubbliche totalmente sconosciuti. Anche le azioni e i diritti dei nostri consiglieri di minoranza sono state ostacolate e negate in ogni modo (lo abbiamo dovuto denunciare alla magistratura). Tutto ciò riteniamo sia molto più grave del fatto - già sufficiente per bocciare una giunta - di non avere realizzato le opere pubbliche e i servizi ai cittadini sempre promessi e mai veramente concretizzati. 

    Leggete tutti i dettagli su

    La nuova FINESTRA n.19: DOVE SONO LE OPERE PUBBLICHE? (consegnata alle famiglie il 26 maggio) 

    La nuova FINESTRA n.20: CENTRO SPORTIVO COMUNALE: L'ANAC ACCERTA UN ERRORE DOPO L'ALTRO, TUTTI PAGATI DAI CITTADINI. (in consegna alle famiglie il 3 giugno) 

    La nuova FINESTRA n.21: LO SAPEVATE CHE? 

    La nuova FINESTRA n.22: IL SINDACO SULLE TASSE HA USATO LA MANO PESANTE: DAL 2019 AUMENTATE DEL 29% (in consegna alle famiglie il 7-8 giugno) 

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA FINESTRA N.19

    TROVERETE SOTTO LA DOCUMENTAZIONE DA LEGGERE

    documenti disponibili

    INTRODUZIONE:
    • LETTERA AGLI AMMINISTRATORI DI SULBIATE INSIEME aprile 2022   LEGGILO QUI
    • PROGRAMMA DI MANDATO DISATTESO Giunta Della Torre Atto n.36/2017  LEGGILO QUI - Atto n.36/2017 Nostra dichiarazione al Consiglio  LEGGILO QUI 
    • CONSIGLIO IN STREAMING NEGATO - dicembre 2018 una nostra risposta in bacheca LEGGI QUI - marzo 2021 la maggioranza in bacheca DICE LA VERITA'  LEGGI QUI 
    • QUERELA - Ultimatum della maggioranza atto di Consiglio  LEGGI QUI - nostra PEC a Sindaco in risposta ultimatum per ritiro nostri manifesti/post  LEGGI QUI - testo nostra comunicazione pubblica oggetto di querela  LEGGI QUI  e LEGGI QUI IL POST   gran parte dei contenuti si sono rivelati reali e concreti (vedi ANAC) - nostra memoria difensiva depositata al Magistrato LEGGI QUI - archiviazione del Giudice con motivazioni della nostra ragione  LEGGI QUI
    • MODIFICA regolamento del Consiglio Atto n.20 del 28.10.2019  LEGGI QUI - Relazione del Sindaco LEGGI QUI -  Emendamenti di minoranza  LEGGI QUI
    • DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI vi alleghiamo solo la prima diffida che ha avuto poche risposte e molto parziali  LEGGI QUI LA DIFFIDA - La risposta per tutti è formulata dal Segretario che di fatto non concede i richiesti accessi presso i funzionari LEGGI QUI  - Le nostre controdeduzioni del 27.05.2021 alle quali nessuno ha risposto LEGGI QUI
    OPERE PUBBLICHE:
    • DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE TRIENNALE (D.U.P.) - Per 5 anni abbiamo presentato la nostra dichiarazione di voto contrario; nel 2020 ci hanno persino impedito di metterla agli atti perché troppo lunga; sin allegato quella del 2019, una per tutte consente di capire il problema LEGGI QUI 
    • VARIANTE P.G.T. - Nostre osservazioni 10.01.2022  LEGGI QUI 
    • ANAC : PADEL PROCEDIMENTO ILLEGITTIMO - Comunicazione ANAC del 10.03.2022 definizione del procedimento di vigilanza   LEGGILO QUI
    • ANAC RISPOSTE DEL SINDACO CHE NEGANO LA REALTA' - risposta del Sindaco a ANAC del 06.04.2022   LEGGILO QUI - Risposta del Sindaco al Consiglio comunale del 27.04.22 a interpellanza sul procedimento in corso dell’ANAC  LEGGILO QUI

    domenica 22 maggio 2022

    L'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) il 10.03.2022 HA COMUNICATO AL SINDACO:

    "IL COMUNE DI SULBIATE HA POSTO IN ESSERE UNA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DISTORTA E NON CONFORME ALLA NORMATIVA DI SETTORE"

    SULLA MANCATA GARA PER I NUOVI CAMPI DI PADEL del Centro Sportivo comunale, dopo le verifiche da noi richieste iniziate nel maggio 2020 e concluse nel marzo 2022, l'ANAC informa il Sindaco che i dubbi da noi sollevati e mai considerati dall'amministrazione comunale, SI SONO TUTTI RIVELATI FONDATI. 

    Riportiamo di seguito un estratto della risoluzione ANAC:

    - ILLEGITTIMO AFFIDAMENTO AGGIUNTIVO SENZA GARA PER LA REALIZZAZIONE DEI CAMPI DI PADEL TENNIS COPERTI NEL CENTRO SPORTIVO COMUNALE "violati i principi di concorrenza e trasparenza nell'accordare la costruzione dei campi e la gestione del bar senza negoziazione, che resi noti a priori avrebbero consentito una maggiore partecipazione degli operatori economici"

    - ASSENZA DEL PIANO ECONOMICO.FINANZIARIO "non aver determinato la rilevanza economica della gestione dell'impianto sportivo"

    - OMESSA VERIFICA DEL POSSESSO DEI REQUISITI DELL'OPERATORE "realizzazione e gestione affidata a operatore economico diverso dall'aggiudicatario, conferito in assenza delle garanzie richieste, senza verifica degli specifici requisiti generali e speciali e del vaglio di un'offerta concreta e sostenibile..." 

    - AFFIDAMENTO DEL BAR NON RICOMPRESO NELLA GARA INIZIALE

    - ANOMALO E INGIUSTIFICATO AUMENTO MEDIO DEL 70% DELLE TARIFFE 

    Per questi motivi, IL CONSIGLIO ANAC: "Richiama pertanto l'amministrazione comunale di Sulbiate all'osservanza delle disposizioni vigenti in materia di contratti pubblici di cui al codice dei contratti, D.Lgs. 50/2016, e dei principi posti a tutela della trasparenza e della concorrenza nelle procedure di affidamento delle commesse pubbliche."

    Riteniamo che la conferma dei nostri dubbi accertata dall'ANAC sia di estrema gravità e attesti l'inadeguatezza a guidare un Comune di amministratori pubblici che non sanno rispettare le norme e compiono questi gravi errori. 

    Ricordiamo che per avere espresso pubblicamente questi e altri dubbi nell'ottobre 2019 il Sindaco ha querelato per diffamazione i nostri due capigruppo. La querela è stata archiviata nel giugno 2021 dal Magistrato  che ci ha riconosciuto di avere esercitato il nostro diritto di consiglieri di critica e cronaca di fatti di pubblico interesse. DUBBI CHE, PURTROPPO, L'INDAGINE ANAC HA TRASFORMATO IN CERTEZZE. 

    GLI ERRORI SONO STATI ACCERTATI MA IL SINDACO CONTINUA A NEGARE L'EVIDENZA, non prende provvedimenti e nasconde gli atti 

    Crediamo che LA REAZIONE DEL SINDACO alla ricezione della risoluzione ANAC sia - dal punto di vista della lealtà, dell'etica,  della moralità e della trasparenza - ancora più grave degli atti  compiuti, contestati e accertati. Questo CONFERMA in modo inequivocabile la mancata presa di coscienza della gravità degli illeciti compiuti con l'aggravante DELLA DETERMINAZIONE DEL SINDACO E DELLA SUA GIUNTA A NEGARE L'EVIDENZA DEI FATTI FINO A RAGGIRARE LA CITTADINANZA NASCONDENDO E  GLI ATTI E CAMUFFANDO LE INFORMAZIONI.

    Infatti:

    1) il Sindaco ha tenuto nascosto dal 10.03.2022 al 27.04.2022 la risoluzione ANAC, rendendola nota al Consiglio comunale il 27.04.2022 solo perché obbligato da una specifica nostra interpellanza.

    2) Il sindaco ha messo agli atti di Consiglio comunale la sua risposta all'interpellanza (leggile sotto) con le seguenti affermazioni sicuramente false e fuorvianti: 

    a) "in questi anni non sono mai stati negati documenti, incontri e risposte ai consiglieri di minoranza"; FALSO E DOCUMENTATO IN ATTI PUBBLICI.

    b) "abbiamo seguito la procedura che abbiamo 'trovato nel cassetto' della precedente amministrazione, utilizzando il medesimo testo lasciato in eredità"; FALSO E DOCUMENTATO IN ATTI PUBBLICI.

    c) "ANAC è stata alquanto esaustiva nel sottolineare difetti e richiamare l'amministrazione ... pertanto non esiste nessun contenzioso e la definizione della procedura risulta conclusa"; FALSO E DOCUMENTATO DALL'ANAC .

    3) Il Sindaco per certificare anche presso l'ANAC la sua poca propensione a dire la verità, si qualifica come "la scrivente dott.ssa Carla Alfonsa della Torre" e risponde il 6 aprile 2022 al presidente ANAC affermando che:

    "ritiene - in buona fede - di aver esperito una procedura conforme alla normativa e, soprattutto, diretta al perseguimento dell'interesse pubblico..." Concludendo che il prossimo anno faremo una nuova gara ... 

    4) Per finire saluta "con osservanza" il Presidente ANAC con una FACCIA TOSTA INCREDIBILE negando con la seguente frase l'evidenza di quanto Lui stesso le aveva ufficialmente appena contestato: 

    "il Comune di Sulbiate ha sempre osservato le disposizioni vigenti in materia di contratti pubblici e i principi posti a tutela della trasparenza e della concorrenza nelle procedure di affidamento in tutte le commesse pubbliche." 

    A SULBIATE ABBIAMO UN PROBLEMA: UN SINDACO ABITUATO A DICHIARARE FATTI NON VERI AI CITTADINI, AI GIORNALI, PERSINO NEGLI ATTI PUBBLICI E ADESSO ANCHE ALL'AUTORITA' NAZIONALE ANTICORRUZIONE.

    PRENDIAMO ATTO CHE IL SINDACO NELLA RISPOSTA CHE HA MANDATO AL PRESIDENTE DELL'AGENZIA NAZIONALE ANTICORRUZIONE HA VOLUTO, PER PRIMA COSA, QUALIFICARSI PER QUELLO CHE CERTAMENTE NON  E': LA "DOTTORESSA CARLA ALFONSA DELLA TORRE”, E POI NEGARE LE AZIONI ILLEGITTIME CHE LUI STESSO HA, CON ESTREMA CHIAREZZA, CONTESTATO ALLA SUA AMMINISTRAZIONE.

    SI TRATTA DI ATTI E COMPORTAMENTI DEL SINDACO INACCETTABILI CHE SQUALIFICANO LA NOSTRA ISTITUZIONE LOCALE, MINANO LA CREDIBILITA' DEL RUOLO DEL SINDACO E SONO UN GRAVE AFFRONTO ALLA NOSTRA COMUNITA' CIVILE.


    IN DATA 11.05.2022 ABBIAMO PUNTUALMENTE COMMENTATO E DOCUMENTATO AL SINDACO LE SUE IRRAGIONEVOLI RISPOSTE SCRITTE A NOI E ALL'ANAC. Il documento è stato inoltrato per conoscenza ai vertici dell'ANAC, ai Sigg. Prefetto e Viceprefetto della Provincia di Monza e Brianza e infine ai Consiglieri, al Segretario e al Revisore dei conti del Comune di Sulbiate. 

    PUOI LEGGERLA QUI: osservazioni 11.05.2022

    IN CONCLUSIONE DELLA LETTERA ABBIAMO CHIESTO AL SINDACO DI RIFERIRE AL CONSIGLIO COMUNALE, CON SPECIFICO ORDINE DEL GIORNO, QUALI AZIONI HA POSTO IN ESSERE DOPO AVERE RICEVUTO LE DISPOSIZIONI ANAC IL 10.03.2022  - CONVOCAZIONE DI CONSIGLIO NON ANCORA CONCESSA. 

    allegati:

    - le conclusioni della risoluzione ANAC del 10.03.2022 (l'ultima di 10 pagine di un documento non ancora reso pubblico dal Sindaco)

    - risposta del Sindaco al presidente ANAC del 06.04.2022

    - la nostra interpellanza del 31.03.2022, senza la quale il Sindaco avrebbe tenuto nascosta la risoluzione dell'Anticorruzione

    - l'assurda risposta del sindaco all'interpellanza nel Consiglio del 27.04.2022