in consiglio comunale

Riprendiamo la pubblicazione dei contenuti dei consigli comunali del mandato 2017-2022.

Vogliamo di seguito pubblicare i principali e più importanti contenuti deliberativi della nostra Amministrazione pubblica. 

Ovviamente metteremo in evidenza i nostri punti di vista sottolineando da subito che vogliamo contribuire alle scelte della maggioranza fornendo la nostra visione e proposta. Eviteremo inutili proteste per non essere stati ascoltati e prenderemo atto che siamo minoranza. Ma non ci risparmieremo nel dare ragione delle nostre posizioni e nel presentare proposte e suggerimenti che confidiamo saranno presi o non presi in considerazione per i loro contenuti e non respinti per pregiudizio.

31° CONSIGLIO COMUNALE del 15/07/2021

RIPORTIAMO IL PROMEMORIA DELLA SEDUTA RICEVUTO DAI NOSTRI CONSIGLIERI
 
In apertura poniamo come prevede il regolamento art.42 la “questione preliminare”(all.229)  in quanto il sindaco non ha convocato la commissione “programmazione economica e finanziaria” sui punti 2,3,4,e 5. 

La maggioranza compatta VOTA CONTRO. In pratica il consiglio con un voto autorizza il sindaco a non rispettare l’art.7 del regolamento sulle commissioni. E in aggiunta, il segretario dice che non è nostro diritto chiederle un parere sulla regolarità del consiglio e lei non è tenuta a darlo. 
La sindaca aggiunge che non convoca la commissione perché noi non ci andiamo e dice che non è vero che ci sono agli atti varie richieste PEC del nostro capogruppo Stucchi di disponibilità a partecipare alla commissione in videoconferenza (vedi l'ultima PEC.205) che lei ha ignorato. Visto che nega l'evidenza affermando che non è vero che ci sono quelle lettere, la informiamo che le porteremo al prossimo consiglio, (più avanti il sindaco negherà di avere detto che non esistono le PEC di disponibilità a partecipare). Poi ancora dice che le giunte si fanno in videoconferenza perché ne ha bisogno e diritto il segretario mentre noi consiglieri non abbiamo diritto alla videoconferenza e che è nostro dovere andare di persona in comune. E ancora... non risponde alle richieste (vedi PEC.226) perché ritiene inutile darci sempre le stesse risposte.

Sul punto 1 della mozione sulle tasse, appena sentono che la nostra dichiarazione di voto (230) informa anche dell'archiviazione della querela, parte la rivolta dei consiglieri che la considerano essere fuori tema e urlano al sindaco di sospendere il consiglio; il sindaco interrompe la lettura spegnendomi il microfono; i consiglieri si alzano e se ne vanno tutti dall'aula, la sindaca li segue. Chiediamo al segretario rimasta sola in aula con noi se sia possibile … dato che in dicembre scorso il loro capogruppo ha fatto la stessa cosa contro regolamento inserendo nella dich. di voto sulla “rigenerazione urbana” (leggi l’allegato atto.35) la loro ricostruzione sulla vicenda querela; le chiedo anche quale strumento ci consente il regolamento per comunicare al consiglio l’archiviazione della querela. Risponde di fare un’interpellanza. Nel frattempo la sindaca dal corridoio ci urla che aspetta di parlare con i capigruppo per risolvere la sospensione. Finito il colloquio col segretario, la sindaca rientra e riprende il consiglio senza più riunione con i capigruppo e senza farci leggere la dichiarazione di voto, quindi lasciamo perdere. Un delirio.

Si fanno i 4 odg sul bilancio (2,3,4e5), rispondono con le solite polemiche sui valori delle tasse, con un pò di slide l'assessore Zoia che tenta di giustificare i prelievi di tasse anche dicendo che noi esageriamo e i numeri sono altri (!) Ribadiamo che sono dati e confronti che lei HA L'OBBLIGO di presentare in commissione e che noi usiamo solo dati presi dai loro bilanci e da fonti di stampa che pubblicano i dati ufficiali di confronti fra tutti i comuni di MB. Allego la foto con i valori dell’applicazione dell’avanzo; abbiamo chiesto alla Zoia, come ogni anno, che i numeri principali devono essere anche nella delibera che, senza numeri, risulta incomprensibile (risponde che il testo lo scrive l’ufficio e che lei non c’entra) così come è insensato dire nella delibera che l’avanzo (che chiamano dicono "gli aggiustamenti” da 828mila€!) lo hanno applicato i responsabili degli uffici e non la giunta.

Parola passa al vicesindaco: 
- spiega la scelta sull’acquisto aree dalla Curia (IDSC): comprano per 400.000€ 42.000 metri a sud del cimitero per fare il progetto con il parco PANE che devono presentare in regione entro il 23/7 quando scade il bando per avere 300.000€ di contributi. Così con l’area agricola comprata per contanti (noi crediamo a prezzo fuori mercato!) fanno anche la vasca volano (1,5 milioni) con Brianzacque e ampliano il cimitero. Rispetto al problema che tali aree sono già in cessione in un Piano Integrato di intervento ancora vigente, risponde che hanno calcolato che riducono la cubatura di 4.000mq. (da 16.000 a 12.000) e la Curia è d'accordo. Certo che è d'accordo! così la Curia fa un affarone vendendoci aree agricole (a 10€ al metro!) e monetizzano subito un PII fermo da 10 anni per la crisi.
- spiega il cambio della pompe di calore della scuola: hanno valutato che meglio sostituirle tutte essendo 2 rotte su 7 e comunque obsolete. Cosi utilizzano il contributo regionale di 100.000 e il risparmio fiscale costerà circa 50.000 su 170.000 tot.
- il parcheggio di via 1 maggio: lo scorporano dal progetto della TG sud (quella di via 1 maggio che per 4 anni hanno snobbato e totalmente escluso nel piano delle opere pubbliche). Improvvisamente il progetto - preparato dalla nostra Giunta e autorizzato nel 2016 da Regione e Pedemontana - adesso è diventato prioritario... solo perché è l'unica operazione che ha un progetto già disponibile e che consente di avere il finanziamento regionale di 60.000 per fare solo la parte di parcheggio. Il solito intervento raffazzonato all'ultimo respiro.

E’ evidente che mancando ormai solo 6 mesi alla fine del loro mandato NON HANNO PIU’ TEMPO PER FARE NULLA e l’applicazione di quasi tutto l’avanzo disponibile (828mila su 929mila) è un artificio di bilancio per mettere sul tavolo che faranno cose varie. In realtà continuano a fare azioni per usare all’ultimo minuto i tanti fondi che danno ai Comuni per la crisi. Per questa Giunta non esiste il criterio di priorità di scelta in base alle necessità della popolazione. 

Tutte le altre delibere ci asteniamo essendo atti di enti esterni.

Alla fine del consiglio la sindaca tenta ancora di comunicarci che se avessimo ritirato le accuse lei non avrebbe fatto la querela. Mentre le rispondo che non può essere così dato che lei ci ha querelato 2 giorni dopo il consiglio del 28.10.2019 senza lasciarci il tempo di ritirare il cartello/post dato che il loro capogruppo ci aveva intimato per iscritto di farlo entro il consiglio successivo.  Ma la sindaca viene subito brutalmente zittita dai suoi consiglieri che le tolgono la parola (!) dicendole che l’argomento non è in odg.

La dichiarazioni di voto (n. prot.230) è stata censurata e decideremo come presentarla. Su quella sul DUP (231) che allega quella censurata del dicembre scorso, il segretario ha commentato (questa volta in modo simpatico) che alla fine riusciamo sempre a mettere agli atti i nostri doc.! 














































30° CONSIGLIO COMUNALE del 18/06/2021

RIPORTIAMO IL PROMEMORIA DELLA SEDUTA RICEVUTO DAI NOSTRI CONSIGLIERI

ODG. bilancio e suoi adempimenti.

Il segretario fa l’appello e non legge i motivi dell’assenza di Elena Bortolin causa querela (tenta sempre di fare così, stavolta non ho protestato…) Erica Dosso ha mandato pec per indisposizione causa vaccinazione covid ma non l’hanno vista. Sindaco ignora come solito di rispondere alla richiesta di videoconferenza e da la parola all’assessore per esporre il bilancio 2020.
Le SLIDE (sono 21 e allego le foto) fanno raffronti dati dal 2017 al 2020; dopo 4 anni ha fatto quello che chiedevamo dato che prima presentava solo i dati dell’anno.

Alla fine entrambi la ringraziamo (ho detto che sono commosso per l’innovazione) facciamo 2 domande su IMU (Gionata) e su TARI (io) con la premessa che questa presentazione dell'Assessore deve essere pubblicata a disposizione dei cittadini perché è il solo modo per spiegare l’azione amministrativa. Non solo, prima del consiglio la normativa pone l'obbligo di portarla in commissione bilancio, che però è stata da loro abolita o in quella dei capigruppo che però il sindaco ha distrutto con la querela. 
Come tutti gli anni chiediamo al segretario di allegare agli atti pubblici le slide, ma risponde che sono slide non una relazione, quindi non le allegherà!

Nelle risposte l’assessore Zoia confessa che volevano ridurre le tasse ma poi hanno pensato che potevano avere difficoltà con i soldi e non l’hanno fatto!  INCREDIBILE!
Quindi avete preferito scaricare sulle famiglie i problemi e i rischi della crisi e starvene tranquilli in comune con il pieno di tasse fatto per errori di valutazione che neanche avevate previsto? Bella scelta complimenti!
Zoia ammette che la IMU era prevista dagli uffici per soli 40.000€ giustificandosi che avevano valutato solo la parte immobili di abitazione e non il resto che è versato dai contribuenti (aree edificabili, terreni)! Geniale.
Sull’IRPEF ammette che ha solo aumentato ai livelli degli altri Comuni, ammette che non si è resa conto di avere penalizzato gli scaglioni bassi di reddito. Comunque vedremo nel 2021 possiamo sempre ridurre!!!
Per la TARI dice che ormai decide tutto la nuova struttura regionale ARERA (controllare se vero, visto che molti comuni vicini hanno ridotto la Tari) che secondo lei applica le norme complesse sui rifiuti e tutti i Comuni devono solo eseguire.
Al momento del voto chiedo al sindaco perché non abbia parlato del rinvio del pagamento TARI che è nell'ODG … l'assessore risponde che lo aveva dimenticato (ma è lo stesso concesso da qualche anno a settembre e dicembre) 

DICHIARAZIONI DI VOTO:
Il sindaco dice che per regolamento abbiamo 3 minuti e prepara il cronometro. Le ricordo che il regolamento prevede 6 minuti per i bilanci e avviso che la nostra lettura richiede 10 minuti senza le loro solite interruzioni.
Alzando la voce dice che non le interessa, sono solo 6 minuti e di cominciare. Allora le ricordo che abbiamo 2 gruppi consigliari  quindi il diritto è di 6 + 6 = 12 minuti invitandola a non interromperci con il cronometro e lasciandoci completare tutta la lettura. NIENTE DA FARE: parte il cronometro, al 6°MINUTO mi ferma; riparte il capogruppo Colnaghi che all’ultima frase viene interrotto. In più nel sottofondo anche il tifo per il sindaco, i mugugni e i commenti dei consiglieri di maggioranza. E per finire, il segretario tenta di eliminare la pagina 4 della dichiarazione perché allega il loro "significativo" volantino-spiega-tasse del 2019 del quale oggi possono vergognarsi e nasconderlo … vedremo se li aiuterà il segretario-censore non pubblicandolo.
MAGGIORANZA: legge con tutta calme il loro capogruppo. 

Ultimo punto il nuovo revisore viene approvato. Quello precedente nominato in aprile ha rinunciato il 28/5 il giorno dopo che gli abbiamo mandato copia della corrispondenza con il suo predecessore.




29° CONSIGLIO COMUNALE del 29/04/2021


RIPORTIAMO IL PROMEMORIA DELLA SEDUTA RICEVUTO DAI NOSTRI CONSIGLIERI
Contrariamente al solito è opportuno raccontare con maggiori dettagli i contenuti della seduta.
Esiste la registrazione audio che è stata riattivata con i microfoni non più spenti per il covid. Ne chiederemo copia, non porta niente di utile risentire le baruffe di ieri ma può servire a chi non crede che sia possibile questo comportamento.

A partire da questo consiglio abbiamo concordato di alleggerire la protesta civile in corso dalla fine del 2019 dopo la querela penale che prevedeva di non votare uscendo dall’aula; passiamo all’astensione motivata con dichiarazione scritta.
Questo ci consente di ottenere dal segretario, nel rispetto della sua rigida interpretazione del regolamento, di documentare agli atti comunali DI OGNI DELIBERA i motivi della minoranza. Finora il segretario non accoglieva questa richiesta citando le nostre giustificazioni ma senza mai allegarle agli atti ma riferendo semplicemente che i documenti “sono agli atti pubblici”, intendendo che sono stati depositati in comune. Il risultato evidente è che in tutti i verbali si legge che la minoranza non vota o esce dall’aula ma senza riportare ai lettori nessuna motivazione esplicita.

Lo strumento è il testo di dichiarazione di voto di una pagina che si legge in 3 minuti esatti (senza interruzioni) volta a giustificare il voto di astensione e tutti i nostri motivi di protesta civile.
Questa cosa ha sollevato le ire della maggioranza. Questa è la cronaca.

La novità è che sono accesi i microfoni che da un anno erano spenti per il covid, quindi esiste la registrazione.
Il segretario informa che sono pervenute le giustificazioni degli assenti Elena e Erica senza leggerle (come sempre) e men che meno allegarle ai verbali come richiesto.

al primo punto: variazione bilancio 
presenta l’assessore in pochi minuti. Nessun intervento. Noi abbiamo dichiarazione di voto.
La leggo, nessuno interrompe, all’ultima riga il sindaco impone “STOP al cronometro tempo finitio! Il testo li indispone e allora il vicesindaco (non il capogruppo!) improvvisa che anche lui ha una dichiarazione di voto verbale; viene concessa e fa un intervento che va molto oltre i 3 minuti di regolamento e senza controllo cronometrico del sindaco. Il segretario riferisce che lei metterà a verbale la sintesi come da regolamento.  
Il vicesindaco improvvisa la dichiarazione verbale solo per ribattere ai motivi della nostra; tra l’altro, sostiene che noi vogliamo boicottare il consiglio e gli uffici e che avrebbe verificato che ci sono 200 nostre PEC giacenti…  (in realtà il nostro protocollo progressivo di 4 anni di documenti prodotti è al n.212 e comprende tutti gli interventi dal 2017 a oggi tutto compreso, dagli atti di consiglio al sollecito dell’arretrato per mancate o parziali risposte, alla giustifica di assenza; al momento della querela di fine ottobre 2019, quindi a metà mandato, eravamo solo al n.55 in 2 anni e mezzo). Ribadisce il concetto che da un anno e mezzo nessuno di noi consulta la posta dei protocolli in arrivo al computer dedicato ai consiglieri a nostra disposizione da dove possiamo leggere tutto (quindi siamo anche sottoposti al loro "controllo democratico"), ciò dimostrerebbe che preferiamo intralciare gli uffici con richieste inutili. Riferisce infine che la querela è arrivata perchè non abbiamo ritirato le accuse dopo l'avvertimento scritto proclamato in Consiglio il 28.10.2019 dal gruppo di maggioranza, omettendo che in Consiglio ci era stato intimato di togliere post e cartelli e presentare scuse ufficiali entro il successivo Consiglio. 
N.B: il fatto che abbiano mandato il sindaco (non il capogruppo!) di corsa dai carabinieri a depositare la querela per diffamazione il 31.10.2019 solo 2 giorni dopo l'ultimatum, significa che era tutto già pianificato o che il sindaco non ha letto o capito cosa doveva fare.  

Gionata interviene per la sua dichiarazione di voto verbale e fa notare che il tempo al vicesindaco è stato ben oltre i 3 minuti e senza il cronometraggio del Sindaco; lo ringrazia perché per svolgere seriamente il nostro ruolo pubblico è meglio capirsi e avere il diritto di parola e di esprimersi, piuttosto che seguire alla lettera la regola dei 3 minuti. Chiede di fare anche lui la propria dichiarazione di voto verbale. Insorge il loro capogruppo dicendo che non è possibile perchè contro il regolamento, ma deve accettare visto che noi abbiamo 2 gruppi consiliari. Gionata tenta inutilmente di spiegare le nostre ragioni con continue interruzioni, leggeremo a verbale come il segretario riassumerà la sua dichiarazione. 
Questo è il livello: protestano con noi per il rispetto del regolamento e a loro il sindaco/presidente concede: interventi ampiamente fuori tempo massimo, dichiarazioni fuori tema, interruzioni continue a chi parla e cercano di impedire la dichiarazione di voto che ha diritto di fare Gionata.

al secondo punto: regolamento pubblicità
presenta l’assessore in pochissimi minuti. Nessun intervento. Noi abbiamo dichiarazione di voto. Apriti cielo!
Li informo che il testo è il medesimo del precedente e chiedo di dare per letta la dichiarazione di voto identica alla precedente, ma mi obbligano a leggerla perché il Segretario non consente di darla per già letta. Capiscono cosa vogliamo fare e insorgono. Il sindaco mi concede di leggere orologio alla mano decendo: "sono le 20 e 52". 
Vari consiglieri invitano esplicitamente il sindaco ad interrompere il consiglio convocando i capigruppo. 
Il Sindaco esegue ma durante la sospensione non discute di come portare a termine il consiglio senza continue proteste ma ci parla solo della querela in sé. Cerchiamo di spiegare a sindaco e Cassago che le nostre dichiarazioni di voto non sono fuori tema ma servono per motivare la nostra astensione, perché venga documentato in ogni atto il motivo, cosa che il segretario ci ha sempre negato. Cassago ci accusa invece di volere manipolare il consiglio e intralciare il lavoro degli uffici. Dopo un dialogo tra il normale e il surreale si decide di rispettare alla lettera il regolamento: 3 minuti a dichiarazione di voto e nessuna interruzione.
Al rientro invece il sindaco annuncia che dobbiamo dire se siamo contrari o se ci asteniamo e fine delle discussioni, rimangiandosi l'accordo preso 20 secondi prima!!! Basta dichiarazioni articolate: una sola parola, favorevole, contrario o astenuto! Ci guardiamo, increduli; Gionata nota che Cassago è senza parole e imbarazzato. Nell'imbarazzo generale e come se nulla fosse, il sindaco torna sui suoi passi e ci concede di leggere l’intervento.
Viene ancora rifiutata dal segretario l’offerta di non rileggere il testo già noto. La lettura è comunque interrotta da molti interventi e al momento dello STOP CRONOMETRO del sindaco siamo solo alla metà del testo. Gionata fa ancora notare al sindaco che al suo vice ha concesso di parlare per molti minuti oltre i 3 e pure senza cronometro … quindi mi lasciano concludere la lettura fra i mugugni.
Gionata fa ancora la sua dichiarazione verbale, impostata a fare capire l’impatto personale dell’azione di consigliere a rischio di ricevere una querela penale. “voi cosa fareste nei miei panni?" Si dichiara fortunato del fatto che il sindaco ha deciso di querelare solo i capigruppo citando e ricordando il disagio e la pesante situazione in cui hanno costretto la Bortolin. Come parlare ai muri.

al terzo punto: nomina nuovo revisore dei conti
presenta sindaco in un attimo. Nessun intervento. Noi abbiamo dichiarazione di voto.
leggo il testo offrendo ancora di darlo per letto con rifiuto del Segretario. Molte interruzioni ancora. Allo STOP CRONOMETRO mancano i 2 paragrafi finali a causa delle interruzioni continue. Interrompo e chiedo al segretario se lo mette agli atti completo. Risposta: "allego solo quello che ha letto", allora ho barrato nel testo originale i due paragrafi non letti così lasciando traccia del taglio nel documento che va agli atti.
Gionata aggiunge la sua dichiarazione di voto verbale

al quarto punto: Bilancio azienda consortile  "offerta sociale"
presenta il sindaco in pochi minuti. Nessun intervento. Noi abbiamo dichiarazione di voto.
leggo e sempre col cronometro riesco a terminare nonostante le poche interruzioni 
Gionata aggiunge la sua dichiarazione di voto verbale

al quinto punto: cittadinanza sulbiatese al milite ignoto.
Partecipiamo a voto data l’importanza civile e morale della proposta.
Chiedo di fare una dichiarazione di voto verbale a motivare il nostro voto favorevole, invitando al segretario di farne il sunto come per le precedenti dichiarazioni non scritte dei colleghi. 
L’intervento dice che riteniamo importante fare questa votazione unanime sui principi fondamentali e mi auguro che possa essere un momento di nuovo inizio di condivisione sui principi democratici e le libertà fondamentali. Comunico che personalmente mi sono trovato in estremo disagio stasera e mi pare il momento per informarvi della mia personale esperienza, a proposito dell’uso improprio dello strumento di querela penale. Nel 2004 quando decisi di accettare di fare il nuovo candidato sindaco avevo appena ricevuto una querela penale dalla maggioranza di allora, posi come condizione alla lista, nel caso fossi eletto sindaco, che mai si sarebbe decisa una simile azione contro le opposizioni. Il segretario mi ha interrotto dicendo che il mio intervento è fuori tema. La mia risposta: verbalizzi ciò che vuole.
Durante la votazione noi ci siamo alzati in piedi in onore del milite ignoto. Nell'indifferenza di tutti.

Fine del consiglio alle 22,00.






































28° CONSIGLIO COMUNALE del 30/03/2021









































27° CONSIGLIO COMUNALE del 04/03/2021








































26° CONSIGLIO COMUNALE del 15/12/2020  LEGGI


25° CONSIGLIO COMUNALE del 29/10/2020  LEGGI



24 ° e 23° CONSIGLIO COMUNALE del 30/07/20 e 11/06/2020  LEGGI


Il Consiglio di luglio è convocato per il Bilancio consuntivo 2019 e per 2 Regolamenti, quello del centro sportivo incredibilmente abrogato senza farne uno nuovo e quello degli orti d'oro che ha destato tanto interesse da vedere la presenza in Consiglio di 2 cittadini! 

Il Consiglio di giugno convocato per la nuova convenzione del segretario comunale che, per la 3^ volta in meno di 2 anni cambia i Comuni che segue ... e noi seguiamo lei.



 



22° CONSIGLIO COMUNALE del 14/05/2020  LEGGI


Il Consiglio è convocato per 1 punto e per le nostre 6 interpellanze arretrate (3 sono vecchie di 5 mesi): Leggi l'ordine del giorno.







21° CONSIGLIO COMUNALE del 14/05/2020  LEGGI

Il Consiglio è convocato per 1 punto e per le nostre 6 interpellanze arretrate (3 sono vecchie di 5 mesi): Leggi l'ordine del giorno.

PARTECIPEREMO SOLO SE ATTIVERANNO LA VIDEOCONFERENZA E LA DIRETTA PER I CITTADINI   leggi

20° CONSIGLIO COMUNALE del 29/04/2020  LEGGI




19° CONSIGLIO COMUNALE del 27/01/2020    leggi


Il Consiglio è convocato per 2 punti: sostituzione di un commissario della maggioranza e modifica dello Statuto di Offertasociale vimercatese: dalle 20,30 alle 20,39 compreso il minuto di silenzio per la SHOAH.

A questo consiglio DELLA DURATA DI 9 MINUTI non abbiamo partecipato per protesta per il mancato inserimento delle nostre 3 interpellanze che avrebbero consentito di informare i cittadini su 3 temi importanti:
1) ATTIVAZIONE servizio fibra;    2) FINE OPERE via Mandelli/De Amicis;    3) SPESA per ciclabile Bellusco
NON AVREMMO COMUNQUE PARTECIPATO A DISCUSSIONI E VOTO PER LA PROTESTA CIVILE IN CORSO DAL 4/11/19 QUANDO IL SINDACO CI HA QUERELATO PER DIFFAMAZIONE SOLO PERCHE’ ABBIAMO OSATO FARE IL NOSTRO DOVERE CHIEDENDO DOV’E’ L’INTERESSE PUBBLICO IN VARIE DELIBERE ADOTTATE (vedi il nostro elenco qui a fianco) 
E' stato deprimente per un nostro consigliere intervenuto, alle 20,30 in punto, per assistere alla seduta, vedere la sala del pubblico con 3 sole seggiole e NESSUNO presente; capire che era già in corso il minuto di silenzio (immaginiamo per la shoah) per il quale non hanno neanche aspettato qualche minuto per consentire l'arrivo di eventuali cittadini; si sono svolti i soli 2 punti previsti che il Sindaco ha definito "formalità" e… alle 20,39 tutti a casa!
  

18° CONSIGLIO COMUNALE del 19/12/2019   leggi

Il Consiglio approva in 20 minuti 4 delibere su variazione di bilancio, sulle partecipazioni, sulla convenzione di tesoreria e il patto sicurezza con le Polizie Locali; poi fino alle 22,30 si discutono la nostra mozione e 2 interrogazioni. 
ABBIAMO CHIESTO AL SEGRETARIO COMUNALE DI METTERE NEI VERBALI I MOTIVI DELLA NOSTRA ASSENZA AL VOTO CON LA SEGUENTE FRASE:
“ I 4 consiglieri eletti della ‘lista civica Sulbiate Insieme’ a seguito dell’annunciata presentazione di querela penale per diffamazione nei nostri confronti da parte del Sindaco, non partecipano alla discussione e lasceranno l’aula durante la votazione del presente argomento all’ordine del giorno. Tale azione viene attuata in segno di protesta civile per la tutela delle prerogative dei consiglieri comunali garantite dalla legge. Consideriamo l’azione dalla nostra massima autorità civile un tentativo di intimidire la minoranza al fine di limitarne le funzioni di indirizzo e controllo. Interromperemo tale protesta solo a seguito del ritiro formale della querela. “ 

IL SEGRETARIO HA INVECE IMPOSTO DI NON TRASCRIVERE MA DI ALLEGARE IL TESTO SOLO ALLA PRIMA DELIBERA E DI RICHIAMARE L’ALLEGATO NELLE ALTRE. IGNORATA LA NOSTRA PROTESTA. IL NOSTRO COMMENTO:  “SI VERGOGNI.  LEI CON QUESTA SCELTA VUOLE RENDERE INCOMPRENSIBILI AI CITTADINI GLI ATTI DEL NOSTRO COMUNE. IL SUO COMPORTAMENTO SQUALIFICA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.
MOZIONE: TUTELA DEI DIRITTI E PREROGATIVE DEI CONSIGLIERI -  si richiedeva di votare la scelta politica di non usare l'arma delle querele penali per intimorire i colleghi (come fecero le nostre 3 precedenti giunte). Inoltre di considerare la funzione di controllo attribuita a tutti i consiglieri quale supporto – e non ad ostacolo – all’azione dei colleghi con funzioni esecutive. Risultato: nessun intervento in discussione. Anche il Sindaco che ha usato in prima persona l'arma della querela, non apre bocca. Viene letta una lunga dichiarazione di voto (senza le interruzioni e tagli di tempo che il sindaco riserva alle minoranze!) che non entra mai nel merito di nessuna delibera che noi consideriamo di dubbio “interesse pubblico”. Maggioranza: voto contrario!
INTERPELLANZA: OASI BIODIVERSITA' SU AREA CEDUTA A PRIVATI: L’assessore Dosso, molto offeso, cerca di raccontare che sapeva benissimo che l’area è promessa in vendita dal 2008 ma che è loro intenzione non rispettare tale impegno e che - SENZA PRIMA REVOCARE LA DELIBERA IN VIGORE – ha deciso di piantare il boschetto, affermando: “tanto le piante si possono sempre rimuovere!” Come non scommettere che la Parrocchia non sa nulla della volontà di revocare la delibera? (basta chiedere!). Dove sono l’interesse pubblico e il rispetto delle procedure?
INTERPELLANZA: CENTRO SPORTIVO, BAR, CAMPI PADEL: L’assessore Bertolini questa volta non se la sente di dichiarare che “non ha tempo da sprecare su questioni ridicole” come ha già fatto in passato, quindi la ringraziamo per la disponibilità. Racconta molte cose nella sua risposta che valuteremo quando il Segretario avrà la bontà di consegnarcela. Segnaliamo solo che l’assessore sottolinea che se non avessero fatto gli impianti da PADEL il centro sportivo comunale sarebbe stato a rischio abbandono. La struttura esiste dal 1978 e prendiamo atto che dopo 40 anni proprio con l’arrivo dell’assessore Bertolini abbiamo corso questo rischio. E’ UNA GRANDE FORTUNA AVERE QUESTA ASSESSORE CHE CI RACCONTA DI ESSERE COSI' TANTO DILIGENTE E ATTENTA ALL’INTERESSE PUBBLICO. Dalla lettura degli atti compiuti a noi è parso il contrario! Vedremo.
UN ULTIMO GRAZIE ALLE SIGNORE SINDACO E SEGRETARIO.
AL TERMINE DELLA SEDUTA ABBIAMO CHIESTO LA SOLITA COPIA DELLE RISPOSTE ALLE INTERPELLANZE. IL SINDACO - PUR AVENDOLE DISPONIBILI - NON LE CONSEGNA RIFERENDO CHE IL SEGRETARIO NON LE HA DATO IL CONSENSO. UNA FORMA DI RIPICCA DI ENTRAMBE CHE DICE MOLTO DEL CLIMA INTIMIDATORIO CHE ALEGGIA NEL NOSTRO CONSIGLIO COMUNALE SE LE MINORANZE FANNO DOMANDE SGRADITE.  



17° CONSIGLIO COMUNALE del 28/10/2019   leggi


Il Consiglio è convocato con 1 mese di ritardo per approvare il D.U.P. che verifica gli obiettivi di mandato e programma il 2020-2022; il nuovo regolamento del consiglio; il PDS; variazioni di bilancio; altre; i 3 nostri ordini del giorno.
Sindaco e Capogruppo in premessa affermano entrambi (e poi negano) che l’obiettivo principale del nuovo regolamento è IMPEDIRE alla nostra lista di avere 2 Gruppi Consiliari. Poi, nel dibattito in aula vengono anche irrisi e bocciati i nostri 15 emendamenti, compresa la temuta diretta streaming delle sedute.
Il risultato finale è che sono RIDOTTI I DIRITTI DEI CONSIGLIERI ma la  norma non può essere retroattiva quindi  NOI  MANTENIAMO 2 GRUPPI FINO AL 2022 !!!
- SNOBBATO IL (D.U.P.) DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE  2020-2022 -   E’ L’ATTO FONDAMENTALE DI VERIFICA ANNUALE DELL’ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA ELETTORALE: lo presenta l’assessore nel tempo record di 2,5 minuti (150 secondi!). A metà dei 5 anni di mandato un NULLA DI FATTO se non atti obbligatori di gestione ordinaria raccontati come MIRACOLI; Il piano delle OPERE PUBBLICHE per 1,3 milioni: SUBITO TAGLIATE del 28%, ANCORA INATTUATE e RINVIATE per il 3° anno consecutivo.  
- PIANO DIRITTO STUDIO: SCUOLA INFANZIA SENZA CONVENZIONE - MOLTO GRAVE: il Consiglio approva il piano senza avere né approvare la CONVENZIONE TRIENNALE con la Parrocchia per la SCUOLA DELL’INFANZIA; l’assessore informa che ha deciso di sostituirla con una convenzione annuale. Una leggerezza che al contempo mette in pericolo LA CONTINUITA’ del servizio pubblico paritario e che penalizza e indebolisce la scuola privata. L’assessore Bertolini ammette che non ha discusso il piano nella Commissione scuola ma ha avuto suoi contatti diretti con gli insegnanti. COME DIRE: LA COMMISSIONE E’ INUTILE
- BOCCIATA PER 3 VOLTE LA DIRETTA STREAMING DEI CONSIGLI - La maggioranza vota per 3 volte contro l’obiettivo di consentire a tutti i cittadini di assistere in diretta e/o in differita ai lavori del Consiglio comunale e farsi un proprio parere sui lavori senza filtri. La diretta imbarazza la maggioranza: non la vogliono! Presentano un preventivo del 2013 a sostegno della bugia che: “siamo d’accordo ma costa troppo”.
- A CAUSA GIOSTRE ANCORA DISSERVIZI E DANNI IN PIAZZA MERCATO - Respinto il nostro ordine del giorno che chiede di spostare le giostre nel parcheggio in via Filanda per non interrompere i servizi pubblici. Grave mutilazione togliere alla giunta l’evento-immagine del PAESE DEI BALOCCHI.
- FINALMENTE SI FARA’ IL SENSO UNICO DI VIA CICERI - Annunciata la delibera di Giunta n.79 del 17/10/2019 emessa dopo la nostra presentazione della richiesta al Consiglio ma non ancora pubblicata!. Meglio tardi che mai! Senso unico da nord a sud. Fine dei transiti vietati e impuniti!
- ALTRE DELIBERE # Nuovo consigliere di maggioranza che sostituisce una dimissionaria: al Sig. Montenegro buon lavoro. ## Variazioni di bilancio con utilizzo di avanzo: per manutenzioni varie (50.000€); per rimborsare un mutuo (196.000€) che è una pessima scelta per coprire la spesa corrente a discapito della spesa per investimenti. ### Nuova Convenzione per il Segretario comunale: dimezzati il tempo di presenza in Comune e il costo.  PREPARIAMOCI AL PEGGIO … con Sindaco e Giunta che vantano come FORZA la loro INESPERIENZA… povera Sulbiate.
COMUNICAZIONI  Il Sindaco comunica il SI del Prefetto all’AUDITORIUM intitolato al SINDACO CAVANAGO; notizie sull’incendio. Il gruppo di maggioranza INTIMA E MINACCIA il nostro gruppo di togliere dalla bacheca il comunicato sull’intervista del PD al Sindaco. Perché conterrebbe accuse non provate! Nostra replica: sono fatti reali e SEMPRE PRIMA comunicati a commissione capigruppo e Consiglio ma rimasti tutti senza risposte E’ la Giunta a dover documentare che sono delibere corrette, qui o in altre sedi. Nessun ritiro!


16° CONSIGLIO COMUNALE del 30/09/2019   

cinque minuti utili per riparare un errore tecnico sul bilancio  

15° CONSIGLIO COMUNALE del 31/07/2019   leggi

Il Consiglio è convocato all’ultimo giorno utile per l’assestamento di BILANCIO e per reintegrare una commissione dopo 1 anno dalle dimissioni dell’ex capogruppo di maggioranza
Il Sindaco dichiara che preferisce “dialogare con la proprietà”. Nonostante sia stata più volte raggirata col mancato rispetto di ordinanze e accordi scritti. Questo perché INGENUAMENTE CONCESSE DI ABBATTERE l’immobile SENZA CHIEDERE GARANZIE REALI sulla consegna dei progetti e sul rispetto della ricostruzione fedele.
GARANZIE  OBBLIGATORIE  NELL’INTERESSE  PUBBLICO!  MA LEI CI AVEVA AVVISATO CANDIDANDOSI NEL ‘17 CI SCRISSE: “L’INESPERIENZA  E’ IL NOSTRO PUNTO DI FORZA” 
1. COMUNICAZIONI AL CONSIGLIO - Il Sindaco non ha nulla da comunicare ai consiglieri. I gruppi consigliari invece hanno queste comunicazioni: Il nostro gruppo chiede di verbalizzare il saluto e l’apprezzamento della cittadinanza per il quasi trentennale servizio a Sulbiate di ETTORE CARZANIGA che dal 31 agosto sarà in pensione. GRAZIE GRANDE ETTORE.  Il gruppo di maggioranza invece commenta un articolo di giornale sul “Brianza pride” con un KomuniKato del tutto fuori luogo. Un comunicato che ha il solo pregio di motivare le ragioni della scelta della giunta di concedere il patrocinio, con ciò risolvendo la nostra unica critica sollevata alla giunta che non ha rispettato il regolamento comunale sui patrocini che prevede di dare precise motivazioni. Peccato che lo faccia il gruppo e non la giunta, in ritardo e solo dopo la nostra richiesta.
2.   ASSESTAMENTO AL BILANCIO 2019  - L’assessore al bilancio Zoia presenta i numeri di una variante al bilancio talmente vissuta che a fatica riesce a comunicare i dettagli. Ancora una volta chiediamo che nel testo della delibera vengano descritti oltre alle cifre totali anche valori e descrizione dei principali interventi (come sempre fatto dal 2004 al 2017) evitando il rinvio agli allegati illeggibili per la gente. Richiesta ancora ignorata e derisa dalla maggioranza. Prendiamo quindi atto della scelta di produrre DELIBERE OPACHE, la trasparenza resta solo nei proclami elettorali.
ATTENDIAMO ANCORA LA TRASMISSIONE IN DIRETTA STREAMING DEI CONSIGLI COMUNALI! 


14° CONSIGLIO COMUNALE del 20/05/2019   leggi

Il Consiglio è convocato per il BILANCIO CONSUNTIVO 2018 e per una variazione al 2019
L’assessore Zoia al bilancio presenta i numeri complessivi del bilancio con slide che espongono le cifre del 2018 per capitoli di spesa che vengono pomposamente definiti “OBIETTIVI RAGGIUNTI”. Ogni assessore descrive poi i suoi capitoli di spesa. Appare evidente il tentativo di raccontare un bilancio povero come se fosse un miracolo. In realtà si rappresentano quali “obiettivi raggiunti” le cifre consuntive di capitoli di spesa del bilancio 2018 che sono esposte eliminando il confronto con quelle del 2017 (cosa che sarebbe imbarazzante?)
INFATTI ALLE NOSTRE OBIEZIONI: (a) fuorviante per i cittadini descrivere come “OBIETTIVI RAGGIUNTI” i capitoli di spesa del bilancio; (b) la scelta di eliminare i confronti obbligatori per legge con l’anno 2017 rende impossibile valutare i dati reali del bilancio 2018! L’ASSESSORE REAGISCE DICENDO CHE CONCORDA CON NOI MA LE E’ STATO IMPOSTO DI TOGLIERE I DATI 2017 E DI MODIFICARE I TITOLI IN “OBIETTIVI RAGGIUNTI”.
UN ATTO SUBDOLO E OSCURANTISTA CHE DIMOSTRA LA PALESE VOLONTA’ DI CRIPTARE E LIMITARE LA TRASPARENZA DEI DATI DI BILANCIO ALLA CITTADINANZA. Evitiamo anche noi di commentare i contenuti di un bilancio che rappresenta un semplice elenco di attività amministrative portate avanti dalla struttura comunale in applicazione di ordinaria amministrazione e di progetti preesistenti. Ciò viene confermato anche dalla litania di ritardi e rinvii di tempi che snocciola il vicesindaco su tutti i versanti aperti: fibra ottica, riqualificazione energetica immobili pubblici e nuova illuminazione pubblica, variante al PGT, Piazza Castello, vie 25 aprile e 1 maggio, tangenziale nord, via Manzoni, torrente Cava, e - dice lui – eccetera eccetera eccetera.
Comica e deprimente la dichiarazione di voto del Capogruppo di maggioranza che recita testualmente (non a caso è un coerente attivista del PD locale e sedicente senza tessera!):
“dopo i sogni e le crociere, questi sono fatti concreti!”
FESTA DEI 20 ANNI DELLA PROTEZIONE CIVILE IGNORATA E NASCOSTA  AI CONSIGLIERI 
In avvio di Consiglio abbiamo chiesto perché non siano stati informati la popolazione tramite i sito del comune e i Consiglieri invitati ufficialmente a partecipare. Il sindaco incredibilmente risponde che “potevate leggere i protocolli della posta in arrivo in Comune!” L’UNICA ASSENTE DEI 5 SINDACI DEI COMUNI ASSOCIATI ALLA PROTEZIONE CIVILE ERA IL NOSTRO SINDACO MOLTO IMPEGNATA (in trasferta con gli alpini). 
Abbiamo ancora sollecitato la consegna al Consiglio di documentazioni che non vengono pubblicate:
ü  il preventivo dei costi per la realizzazione della diretta streaming del Consiglio Comunale; già richiesto da mesi quando il Sindaco rispose ad un’interpellanza: “NO perché costa troppo”
ü  la documentazione sul contratto di affitto concesso senza gara al BAR nei locali comunali di piazza Castello; documenti richiesti via PEC il 18 marzo 2019, da 62 giorni. Il Sindaco finge stupore, spergiura di non sapere nulla, prende appunti e riferisce che farà sapere. COMMEDIANTE!


13° CONSIGLIO COMUNALE del 21/03/2019

Il Consiglio  è convocato ancora in orario 20,30 che impedisce la partecipazione dei cittadini. Infatti nessuna presenza, neanche i giornalisti. Solo 4 attivisti del PD che presidiano la debole maggioranza che cercano di egemonizzare. 
CHIEDIAMO nella fase delle "comunicazioni al Consiglio" se le 20,30 sarà sempre l'orario dei Consigli e, visto che lo sarà, ritorniamo a chiedere la DIRETTA STREAMING visto che il pubblico diserta le riunioni a questi orari. Al Sindaco abbiamo chiesto di portare i documenti dei preventivo costi che ha già dichiarato essere alti (p.s.: sappiamo che in quasi tutti i Comuni la diretta streaming non ha avuto costi).
Nel merito della discussione dei punti segnaliamo: 
- l'aumento delle imposte generalizzato che ha modificato il bilancio triennale. E' stata fatta la scelta di scontare del 31% la tariffa rifiuti alle aziende e commercio, penalizzando le famiglie con figli dal 4 al 6% di aumento e sperperando i minori costi derivanti principalmente dal sacco rosso. In pratica il buon comportamento delle famiglie sulla differenziata ha originato un BONUS-PREMIO solo per le aziende. COMPLIMENTI.
- la giunta ha colto l'occasione di aumentare TUTTE le tasse in particolare con un aumento dal 9 al 10,6% (il massimo consentito) per la TASI sulle seconde case e aree edificabili. La nostra contrarietà a penalizzare pesantemente le seconde case che sono solitamente eredità di famiglia e non frutto di speculazioni, è stata irrisa dai colleghi di maggioranza che hanno risposto: "se non hanno soldi vendano la seconda casa".
RICORDIAMO che la giunta percorre la facile strada di aumentare le imposte locali, dopo avere scelto di cancellare il percorso dell'Unione che avrebbe dato maggiori risorse e vantaggi operativi anche per gli investimenti. Non si preoccupa di sprecare risorse in feste varie esagerate (vedi 2017), in scelte discutibili quali l'acquisto di aree inutili e azioni che favoriscono i privati come in piazza castello. L'ultimo spreco scandaloso è la concessione di 12 anni di contratto al bar Lullaby a prezzi e condizioni ridicoli. 
POCHI I PRIVILEGIATI E TUTTI TARTASSATI.       
commento in bacheca  LEGGI  


12° CONSIGLIO COMUNALE del 14/02/2019


Il Consiglio è convocato ancora in orario 20,30 che impedisce la partecipazione dei cittadini. Infatti nessuna presenza, neanche i giornalisti. 
Si deve deliberare sulla convenzione del nuovo segretario comunale, sulla proroga del Piano di Governo del territorio. e su un paio di regolamenti sovra comunali.
Tutto si consuma in soli 27 minuti.
Comunichiamo che il sito comunale alla pagina dell'ALBO PRETORIO non contiene più lo storico delle delibere che impedisce la consultazione a noi e ai cittadini. Sarebbe buona norma informare sempre in home page dei cambi di procedura. Risposta: c'è un bottone in basso a destra!
Sulla nuova convenzione per il Segretario segnaliamo che la spesa del 40% è un regalo al Comune capofila essendo il rapporto abitanti pari a 75/25 ... ma il sindaco e nessuno sa quanto sia il costo annuo che ci accolliamo e quindi neppure lo spreco; chiediamo che il dato economico annuale ci venga comunicato per iscritto.
Approviamo la proroga del PGT trattandosi del nostro documento e sottolineando che tale delibera di proroga a causa della mancanza di normativa regionale conferma che erano infondate le accuse di PGT scaduto dal 2014 comunicate in campagna elettorale e oltre.
Per il resto astensioni non avendo ricevuto informazioni dalle commissioni.

commento in bacheca  LEGGI 


11° CONSIGLIO COMUNALE del 27/12/2018

Il Consiglio è convocato in orario impossibile - alle 19,00 - per 4 adempimenti di fine anno e inoltre vengono inseriti la nostra mozione per modificare un pessimo verbale sulla fibra ottica e l'interpellanza sulla Pedemontana. 
L'orario insolito era sospetto ma confidavamo che il Sindaco spiegasse i seri motivi di tale scelta in modo da escludere una manovra per boicottare i nostri due argomenti. Il Sindaco invece non poteva fare peggio per squalificarsi scegliendo di non spiegare in apertura di Consiglio i motivi di tale scelta "riceverete una risposta scritta".
Ci viene anche impedito di leggere fra le comunicazioni le due richieste scritte alle quali si è rifiutata di rispondere motivando che il regolamento consente al sindaco di decidere se siano o meno inerenti al consiglio le comunicazioni dei consiglieri. Secondo il suo giudizio non sarebbe inerente al consiglio la richiesta di 4 consiglieri di conoscere perché vengono convocati alle 19 e non alle 21 come consuetudine. Crediamo non si sia mai verificato il caso di un Sindaco che non è in grado di motivare verbalmente in premessa al suo Consiglio comunale perché lo ha convocato all'ora di cena. 

Nel merito dei punti in discussione, sono del tutto formali e di procedura e ci siamo astenuti.
Il più interessante riguarda l'uscita dall'associazione del "Centro lavoro vimercatese" dopo 20 anni di attività decisa senza spiegare in delibera quale soluzione futura verrà adottata. Il Sindaco riferisce che si sta valutando di aderire alla convenzione provinciale e, solo su insistente richiesta, è costretta a riferire che a Sulbiate la provincia darà delega allo sportello lavoro aperto da 2 anni alla ex-filanda di Mestieri Lombardia. Una reticenza che spiega tutto e anche il fatto che QUESTA AMMINISTRAZIONE E IL SUO SINDACO HANNO SEMPRE COLPEVOLMENTE IGNORATO E MAI PROMOSSO PRESSO I RESIDENTI i servizi dello sportello lavoro della Ex-Filanda.  
Si discute anche di Fibra ottica con il rifiuto della mozione che propone di correggere il verbale vergognoso del consiglio precedente; con l'interrogazione su Pedemontana ci consegnano i documenti del 2018 che si sono ben guardati dal presentare e consegnare alle Commissioni competenti.
Basse azioni di ripicca da parte di un sindaco che continua a non capire il suo ruolo pubblico e persistenti atteggiamenti maleducati e inutilmente da vittime dei consiglieri di maggioranza presenti.

commento in bacheca  LEGGI
nostra proposta di mozione da discutere al prossimo consiglio  LEGGILA
le due "comunicazioni" rifiutate dal sindaco che abbiamo chiesto di mettere agli atti  LEGGIA      LEGGIB -  




10° CONSIGLIO COMUNALE del 28/11/2018

Il Consiglio è convocato per una variazione di bilancio, per il DUP 2019-2021 che sarebbe il bilancio di previsione triennale e per il Piano per il diritto allo studio 2018/2019 PDS.
Cominciamo la relazione segnalando il solo fatto positivo della serata: l'assessore al Bilancio Zoia è la sola che presenta con chiarezza i contenuti della mini-manovrina e del DUP; peccato che quest'ultimo sia solo un elenco riordinato senza cifre, date e avanzamento dei progetti, non per colpa sua ma per l'evidente mancanza di fatti concreti: 18 mesi di bla bla e di gestione ordinaria.
La maggioranza mette in grande evidenza tutti i suoi difetti:
- non ha nessuna considerazione della responsabilità di informazione pubblica attraverso il DUP. Lo snobba presentando il COPIA E INCOLLA del DUP del 2017;
- presenta il 2° PDS elaborato senza la commissione scuola con le aggravanti che l'assessore racconta nella relazione la menzogna di avere lavorato con la commissione e che nessuno si accorge della balla e degli errori di copia e incolla. 
- il sindaco impedisce alle minoranze di fare interventi tagliando i tempi con il segretario che ha fretta di andarsene a casa che li spalleggia (dicendo che la dichiarazioni di voto devono essere brevi ma senza riferire per quale norma: anzi dicendo che è consuetudine)
- presentiamo anche una mozione che non ci viene concesso di leggere (contro il regolamento art.40)
Risultato della civica più democratica e innovativa della storia sulbiatese: alle 22 tutti a casa.

commento in bacheca  LEGGI
nostra dichiarazione di voto sul DUP   LEGGILA
nostra dichiarazione di voto sul PDS   LEGGILA
nostra proposta di mozione da discutere al prossimo consiglio  LEGGILA
nessuna dichiarazione scritta dalla maggioranza: TUTTI MUTI E SOGGHIGNANTI

9° CONSIGLIO COMUNALE del 18/10/2018

Il Consiglio è convocato per una piccola variazione di bilancio, per la nuova convenzione per il Segretario comunale (rinviata) per votare due nostri ordini del giorno e una interpellanza
MA PERCHE' LA MINORANZA CHEDE DUE ORDINI DEL GIORNO? 
La maggioranza ancora non ha acquisito l'importanza di portare, spiegare, motivare e discutere le principali scelte amministrative in sede di commissione, ma su molti temi importanti non informa le commissioni e non ci resta che chiedere al Consiglio. Per quasi un anno la maggioranza ha ostacolato l'inserimento nelle commissioni dei nostri rappresentanti dei 2 gruppi consigliari che abbiamo costituito (a termine di regolamento che consente di costituire un gruppo con minimo 2 consiglieri) per avere più persone che contribuiscono ai lavori di commissione. TUTTI I NOSTRI COMMISSARI HANNO IL MANDATO DI COLLABORARE E VERBALIZZARE I PROPRI CONTRIBUTI O DISSENSI.
Il primo ODG riguarda il bando per il settembre sulbiatese 2017 che ha molti profili di errata procedura per esclusione di molti soggetti aventi diritto di partecipare e perché eroga fondi per quasi 1.500 euro al di fuori dei termini del bando stesso e anche per spese non finanziabili da un Comune. Le risposte che non ha dato l'ufficio le abbiamo chieste al sindaco che NON HA SAPUTO RISPONDERE. Ha lasciato parola all'assessore Bertolini che non rispondendo ha dimostrato di non conoscere i suoi doveri pubblici e di non avere neppure analizzato il problema!
Il secondo ODG riguarda una valutazione economica mancante sui criteri di valutazione dei benefici richiesti per la messa a disposizione all'operatore della fibra ottica della rete dei nostri sottoservizi stradali che fa risparmare molti costi per gli scavi. L'assessore NON HA RISPOSTO.
L'interpellanza è sullo strano atteggiamento del Sindaco che, UNICO IN ITALIA, si auto-promuove presentandosi con la fascia tricolore davanti al capocantiere della fibra ottica e il suo vicesindaco la lancia sui social come un fenomeno... e forse in questo caso c'azzecca.

ordine del giorno del Consiglio   LEGGI 
commento in bacheca  LEGGI
ordine del giorno su delibera di giunta su posa Fibra   LEGGI IL TESTO
risposta dell'amministrazione sulla fibra  LEGGILA
ordine del giorno bando settembre sulbiatese 2017  LEGGI IL TESTO
risposta ALLUCINATA dell'amministrazione sul bando  LEGGILA;    essa dimostra la confusione fra il dovere di rispettare le regole e le procedure pubbliche e la difesa che teorizza un'aprioristica e falsa bonarietà verso i volontari la cui qualifica non può conferire il diritto di essere "protetti" persino al di fuori delle regole. Neppure è possibile impedire a chi controlla, l'accertamento di errori e indebiti utilizzi di fondi pubblici. Il tono della risposta riproduce molto bene le qualità e la raffinatezza del suo estensore.  
interpellanza uso improprio della fascia tricolore   LEGGI IL TESTO
risposta dell'amministrazione  LEGGILA

8° CONSIGLIO COMUNALE del 26/07/2018

Il Consiglio viene convocato per assestamento del bilancio 2018, per chiudere la convenzione associata con Aicurzio, per sostituire il capogruppo dimissionario Antoniazzi e per il nostro ordine del giorno sugli errori del bando 2017 della festa patronale.
Il Sindaco comunica che il nuovo capogruppo è il sig Cassago alla sua prima nomina pubblica e sicuramente attivista del PD sulbiatese. In pratica il PD ottiene con il capogruppo la gestione della lista che diventa politica e si schiera definitivamente a sinistra.
SIAMO CERTI CHE IL PD HA IMPOSTO IL SUO CAPOGRUPPO perché il Sindaco alla Commissione Capogruppo  del 17/7 ci aveva comunicato che Soldani era presente essendo il nuovo capogruppo designato. Di questo abbiamo anche la prova documentale, ma il sindaco senza nessuna incertezza si è permessa di negare pubblicamente di fronte al Consiglio e dicendo che i due capigruppo hanno capito male. Pensiamo che sia legittimo cambiare decisione e subire la volontà del partito che ha la forza di imporre il suo consigliere. SIAMO INVECE PREOCCUPATI DI UN SINDACO E DI UN GRUPPO DI MAGGIORANZA CAPACI DI NEGARE L'EVIDENZA MENTENDO IN CONSIGLIO COMUNALE.
E' lampante che tutti i voti moderati apportati con l'inganno dal gruppo "facciamoci in 4" prima di chiudere per mancanza di militanti, perdono rappresentanza e la loro "cessione in blocco" con un manifesto pieno di falsità pubblicato alla fine della campagna elettorale fatto solo per danneggiare Sulbiate Insieme, risulta ancora più beffarda visto che consegna il paese al PD e agli altri militanti della sinistra estrema.
E' deprimente prendere atto che l'uscita di Antoniazzi rappresenta una perdita per la democrazia sulbiatese e per i moderati che si illudevano di poter essere rappresentati da questa lista senza indirizzi e priva della guida di un sindaco dalle idee confuse, che non impara e al quale manca un chiaro mandato programmatico.
Assisteremo al tentativo dei componenti del gruppo politico del PD di prendere le principali decisioni che servono al paese. NON ABBIAMO SPERANZE, conoscendo le capacità già espresse dai soliti comandanti della brigata, e considerando il nulla di fatto del primo anno.
Il secondo anno si inaugura con la presa del Capogruppo e con la scelta SUICIDA di abbandonare la convenzione con Aicurzio e il percorso di Unione.
La prima considerazione riguarda il metodo della decisione UNILATERALE: nessun coinvolgimento degli amministratori di Aicurzio e di Sulbiate. Nessuna convocazione di riunioni, di Commissioni e di quella apposita sovracomunale dell'Unione. Nessuna informativa pubblica.
Hanno fatto ESATTAMENTE il contrario di quello che PRETENDEVANO da noi nella scorsa legislatura. Il Vicesindaco dovrebbe vergognarsi di ciò che hanno fatto da soli per questa scelta e rileggendo le sue parole firmate messe agli atti nel dicembre del 2016.  LEGGI 
PENOSA la figura che hanno fatto fare al povero Cassago, nuovo consigliere alla sua prima seduta della vita, che ha dovuto leggere una dichiarazione di voto politica sostituendosi all'assessore competente SENZA NEPPURE SOSPETTARE CHE IL SUO RUOLO DI CONSIGLIERE E' UN ALTRO NON CERTO QUELLO DI SOSTITUIRSI AD UN ORGANO ESECUTIVO.
Vicino alle comiche il tentativo di evitare le risposte ai quesiti posti nell'ordine del giorno sul Bando del settembre sulbiatese 2017. Abbiamo rilevato un rosario di errati adempimenti e anche maggiori erogazioni di denaro al di fuori dei limiti di bando. Invece di rispondere oppongono un rinvio a causa di un presunto "ricatto" rilevato nel testo dell'ordine del giorno. Evidentemente hanno la coda di paglia, se fossero tranquilli avrebbero risposto e non rinviato alla prossima volta o al prossimo vero controllo di terzi.
Se queste sono le premesse ... siamo rovinati.

ordine del giorno leggi
commento in bacheca  leggi
dichiarazione di Sulbiate Insieme per chiusura associazione Sulbiate-Aicurzio  LEGGI
dichiarazione di voto POLITICA della maggioranza su chiusura associazione LEGGI 
dichiarazione di voto su bilancio partecipato  leggi 
QUESTIONE PRELIMINARE di maggioranza per rinvio ordine del giorno su errori Bando 2017 LEGGI  

In apertura del consiglio il consigliere Stucchi ha chiesto di mettere agli atti una sua personale dichiarazione quale risposta all'ex consigliere Antoniazzi che nel precedente consiglio dimettendosi gli propose in modo inopportuno di fare altrettanto!  LEGGI 

7° CONSIGLIO COMUNALE del 07/06/2018

Consiglio viene convocato per il bilancio consuntivo 2017, per il nostro ODG contro l'apertura al traffico di piazza Chiesa (bocciato) e per nominare il nuovo consigliere Erica Dosso.  A SORPRESA ALL’ULTIMO MINUTO COMPARE UNA VARIANTE DI SPESA DIMENTICATA NEL BILANCIO DI PREVISIONE 2018-2020 appena approvato in aprile!
ordine del giorno leggi   odg aggiunto
commento in bacheca  leggi

6° CONSIGLIO COMUNALE del 19/04/2018

Consiglio convocato per il bilancio 2018-20, per approvare le tariffe della tassa rifiuti (TARI) e delle imposte comunali, per l'abrogazione del prestito d'onore agli universitari istituito da 12 anni; per la nomina del Revisore dei conti e la chiusura della convenzione per il Segretario comunale la dr.ssa Tavella che ci lascia dopo 10 anni di servizio.
Il Sindaco comunica stima e ringraziamento per il Segretario Comunale e ricorda l'encomio solenne che le venne conferito nel 2017 dal Sindaco Crespi per il suo ottimo lavoro per Sulbiate.
Al Sindaco poi chiediamo ragione del mancato inserimento del nostro ordine del giorno che sarebbe obbligata a fare dal regolamento, lei candidamente afferma che ritiene non sia necessario! Chiederemo al Prefetto di insegnarle a fare il suo dovere e non i suoi comodi.
Il Vicesindaco presenta il bilancio anche se non è la sua materia! esordisce dicendo che (dopo un anno!) ancora non hanno capito "quanti soldi hanno in tasca" e che avrebbero "trovato delle sorprese" che li mettono in difficoltà e cita ad esempio gli atti notarili del torrente Cava e il PE20. Vi proporremo un post specifico sulle responsabilità politiche dei fantasmi dei 2 consiglieri anziani: il Vicesindaco e del Capogruppo che dopo 20 anni disconoscono se stessi e i loro errori.
Pertanto il bilancio e le scelte che presentano al voto sono le stesse dei precedenti 5 anni: quelle alle quali il vicesindaco, consigliere di opposizione nella precedente amministrazione, ha sempre votato contro, improvvisamente diventano le sue proposte: MIRACOLI DELLA COERENZA dei saltimbanchi.
Noi, che dovremmo invece votare a favore dato che si tratta della copia delle nostre scelte di bilancio, ci asteniamo per non avere potuto intervenire alla commissione bilancio convocata (per ripicca) in orari lavorativi.
Infine la brillante assessore alla cultura svela tutta la sua superficialità presentando le motivazioni dell'abrogazione del prestito d'onore del quale dimostra di non avere neppure letto il regolamento. Infatti con la delibera chiudono la convenzione a favore degli universitari ma erroneamente lasciano aperto il Fondo per la metà del suo importo a garanzia di un teorico rischio di insolvenza inesistente (leggi la nostra dichiarazione).

ordine del giorno leggi
commento in bacheca  leggi
dichiarazione di Sulbiate Insieme per mancato ordine del giorno  leggi
dichiarazione di voto revoca su prestito d'onore  leggi 

5° CONSIGLIO COMUNALE del 15/02/2018

Un Consiglio convocato solo per sbrigare due formalità fra le quali la "presa d'atto" della costituzione del secondo gruppo consiliare della Civica Sulbiate Insieme. 
Ne esce una serata stramba dominata da azioni della maggioranza volte a boicottare i colleghi - rei di manipolare i regolamenti con la formazione di un secondo gruppo consiliare - con dichiarazioni e comportamenti che non si addicono certo ad amministratori pubblici che si propongono come la novità del futuro che prometteva di resuscitare un paese che hanno dipinto come morto.
Il Sindaco non informa il Consiglio di avere ricevuto importanti comunicazioni che contrastano la volontà di abbattere l'immobile di piazza Castello, quindi abbiamo provveduto noi depositando le copie della documentazione mandata in Comune, al Prefetto e alla Soprintendenza.  

La lettura dei documenti depositati agli atti ... è istruttiva.

ordine del giorno  leggi
commento in bacheca  leggi
comunicazione del sindaco  leggi
dichiarazione di Sulbiate Insieme leggi
dichiarazione del gruppo di maggioranza Per Sulbiate leggi
comunicazione di Sulbiate Insieme che mette agli atti 3 documenti.  leggi

4° CONSIGLIO COMUNALE del 30/11/2017

Un Consiglio molto denso dove principalmente la maggioranza era chiamata a spiegare il piano di lavoro concreto dei prossimi 3 anni. UNA TOTALE DELUSIONE. La lettura dei motivi della nostra delusione vi darà il senso dei problemi che ci stanno accompagnando verso 5 anni di parole senza fatti. Difficilmente i nuovi consiglieri potranno prevalere sull'influenza del gruppo promotore della lista CONTENITORE che temiamo non riuscirà a prendere le decisioni che ha bisogno Sulbiate.
Con tutta la buona volontà non vediamo la possibilità che il sindaco possa fare da collante e guida ai tanti componenti di questo gruppo appiccicaticcio e multicolore.

Dimostrazione della debolezza e delle strane priorità del Sindaco è il seguente testo che ha letto in premessa del Consiglio che discuteva di punti fondamentali per il futuro della sua amministrazione e sui quali invece non ha espresso nessuna posizione. RICHIAMO AI REGOLAMENTI  leggi
Il Sindaco minaccia i consiglieri scrivendo che "perdurando queste incresciose situazioni sarà mia cura...". Chiederemo al Sindaco di circostanziare i singoli fatti avvenuti che lei ha ritenuto essere incresciosi e non le permetteremo di far passare le interpretazioni creative dei regolamenti che ha rappresentato nel suo fantasioso "richiamo".

ordine del giorno  leggi
commento in bacheca leggi
dichiarazione di voto sul DUP leggi
dichiarazione di voto sul Piano diritto allo studio leggi
dichiarazione sulla variazione al bilancio 2017 leggi   
dichiarazione di voto su Unione Sulbiate-Aicurzio  leggi 

3° CONSIGLIO COMUNALE del 28/09/2017

Consiglio fondamentale per tutti i Comuni e i Sindaci che avviano il proprio mandato di 5 anni di lavoro, perché si deve presentare il documento che traduce il proprio Programma elettorale in atti, progetti e numeri di bilancio dei prossimi 5 anni. Nulla di tutto questo come spiega bene la nostra presa di posizione in special modo sulla voglia di "consumo zero" espressa anche da persone che promossero e votarono la cementificazione di Sulbiate del 2004. Molti dettagli e cifre che molti componenti della LISTA CONTENITORE di "per Sulbiate" negano e respingono con sfrontatezza. 

ordine del giorno  leggi
commento in bacheca  leggi
dichiarazione di voto sulle Linee di mandato  leggi


2° CONSIGLIO COMUNALE del 25/07/2017

Il Consiglio che istituisce le Commissioni Consultive nel quale ci asteniamo perché la maggioranza ha deciso autonomamente le regole e le competenze delle Commissioni, saltando gli accordi in Commissione dei Capo Gruppo. Le nostre motivazioni nella dichiarazione, il problema sarà risolto nel 4° consiglio del 30/11 quando la maggioranza respingerà le nostre proposte. 

ordine del giorno  leggi
commento in bacheca  leggi
dichiarazione di voto sulle Commissioni autocratiche  leggi


1° CONSIGLIO COMUNALE del 26/06/2017

Il primo Consiglio Comunale che registra le dichiarazioni di voto dei nuovi Gruppi Consiliari, il giuramento del Sindaco che si disinteressa di avere la fascia tricolore a rovescio. Una dichiarazione del nostro candidato Sindaco che lascia una traccia dei 13 anni di amministrazione di Sulbiate Insieme e deposita agli atti pubblici le piccolezze della campagna elettorale dei vincitori.

ordine del giorno  leggi
dichiarazione di voto del Gruppo  leggi
dichiarazione di voto del candidato Sindaco Stucchi Maurizio  leggi



Seguono alcuni commenti su Consigli Comunale dell'inizio del precedente mandato Crespi




CONSIGLIO COMUNALE (14 dicembre 2013)




SEDUTA DEL 14.12.2012
Si comunica che il Consiglio Comunale è convocato, ai sensi dell’art. 17 del Regolamento del Consiglio Comunale si comunica che il Consiglio Comunale è convocato in prima seduta presso la sede municipale in sessione straordinaria, in seduta pubblica, per il giorno di Venerdì 14 dicembre p.v. alle  ore 21.00, ed eventualmente in seconda convocazione per il giorno Sabato 15 dicembre 2012 alle ore 13.00 per la trattazione degli argomenti come da ordine del giorno allegato.





ORDINE DEL GIORNO

1 - INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE SULBIATE DEMOCRATICA E SOLIDALE AVENTE AD OGGETTO: “FABBRICA DELL’ACQUA”.

2 - INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE SULBIATE DEMOCRATICA E SOLIDALE AVENTE AD OGGETTO: “AVANZAMENTO DEI LAVORI DELLA COMMISSIONE CAPIGRUPPO ALLARGATA PER L’ELABORAZIONE DI UN NUOVO STATUTO COMUNALE
dal sito del Comune


 


 


CONSIGLIO COMUNALE (30 novembre 2012)


Di seguito riportiamo una breve descrizione dei punti discussi nel Consiglio Comunale del 30 novembre 2012
La descrizione è volutamente “atecnica”.
Per qualsiasi chiarimento vi aspettiamo tutti i lunedì sera alle ore 21,15 presso la sede dell’Associazione Le Radici (sala al primo piano) oppure potete mandare le vostre richieste all’indirizzo mail sulbiateinsieme@gmail.com

ORDINE DEL GIORNO

1. COMUNICAZIONI DEL SINDACO.
- viene comunicata l’assegnazione bando comunale per cooperazione internazionale a Congregazione del Sacro Cuore Brentana per progetto scuole Materne in Congo

- il Sindaco da lettura della nota trasmessa ad Aicurzio che comunica l'attesa di informazioni ufficiali sull'esito della gara e sulla procedura futura della residenza Disabili
La nostra dichiarazione: clicca per leggere la dichiarazione del gruppo SI che comprende documenti ufficiali molto significativi. Ora come allora siamo in fiduciosa attesa.
- intervengono anche i capigruppo d’opposizione leggendo proprie dichiarazioni.

2. PRESA D’ATTO REGOLAMENTO PER L’AFFIDO FAMIGLIARE (Offertasociale).

3. MODIFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER LE OCCUPAZIONI DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE E PER L’APPLICAZIONE DELLA RELATIVA TASSA.
- viene eliminata la una tassa sui passi carrai non applicata dal 1995 con un modesto gettito teorico per l Comune; le procedure di incasso sarebbero più costose della tassa. Detassati tutti i cittadini dal 1988 in poi.

4. ASSESTAMENTO GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2012.
L’assestamento principalmente deve affrontare il pesantissimo taglio di 255 mila euro impostoci dallo Stato.
Iil Ministero delle Finanze, con un atto unilaterale,   a fine ottobre ha "stimato" la nostra ICI incassata nel 2010 per 971 mila euro considerandola troppo alta e "tagliandola" di 230 mila fino a 741 mila.
In questo modo l'obbligo di legge per lo Stato di garantire ai Comuni il valore dell'ICI effettiva in sostituzione dell'IMU (che per Sulbiate è proprio 740 mila euro) viene EVASO dal Governo. Un vero e proprio scippo ai danni dei Comuni (circa 500 in Italia). Abbiamo attivato il ricorso al TAR contro il Ministero per difendere il nostro diritto.
- Il bilancio 2012 quindi ha un buco di 230 mila euro oltre ad altri 30 tagliati per la "spending review"; a due mesi dalla fine dell'anno è ovvia l’impossibilità di  tagliare il 10% del valore delle spese correnti annuali di Sulbiate (ammontanti a circa 2,5 milioni) trattandosi di costi già sostenuti e non rinviabili. La soluzione è dichiarare il DISSESTO di bilancio oppure, come abbiamo fatto, prelevare i 250 mila euro dall'importo che era stato accantonato contabilmente (420 mila) dal Commissario per ottenere il finanziamento per il recupero della ex-filanda. Come noto abbiamo vinto il bando ASTER regionale che finanzia la quasi totalità del costo di restauro e quindi abbiamo informato la Provincia e la regione che riteniamo possibile ridurre l'accantonamento fino a 167 mila euro. La nostra previsione era usare i 420 mila euro di nostri soldi per Sulbiate, non certo per finanziare lo Stato.
- le opposizioni prendono la parola per fare molte proposte di emendamento al bilancio, tutte respinte. Fra i motivi anche il fatto che nella commissione bilancio che è la sede per fare proposte con possibilità tecnica di essere accolta, i due non avevano sollevato alcuna richiesta

5. ESAME ED APPROVAZIONE DEL PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2012/2013.
- l'assessore Crippa espone il piano che contiene la conferma degli stanziamenti tradizionali di ogni anno (rinviamo per i dettagli al Vivisulbiate di dicembre); per motivi tecnici la delibera prende riserva di verificare la parte economica del 2013 in quanto occorre avere cura di verificare la capacità dell'Ente di sostenere le spese 2013 dopo l'improvvisata del taglio ricevuta dal Ministero. L'assessore assicura che si avrà cura di garantire anche per il 2013 i progetti e gli interventi, che ha già informato e preso accordi di metodo con i responsabili delle scuole e che si vaglieranno tutte le necessità e le scelte in sede di commissione scuola.

6. PROGETTO EX FILANDA: ANALISI DELLA SITUAZIONE E PROSPETTIVE FUTURE (argomento iscritto all’o.d.g. su richiesta dei Gruppi Consiliari Facciamoci in Quattro e Sulbiate Democratica e Solidale).
- i due capigruppo chiedono il rinvio del punto vista la tarda ora (le 23,50) e principalmente perchè non sono pronti non avendo ricevuto tutti i documenti richiesti ai nostri uffici e alla Provincia.
Il gruppo SI sottolinea che il Sindaco nel precedente Consiglio aveva annunciato l'intenzione di convocare la cittadinanza insieme alla provincia per illustrare il progetto restauro e della "fabbrica del saper fare" a valle della conclusione delle assegnazioni del finanziamento regionale. Tutti avevamo capito bene che la documentazione non era ancora completa per una presentazione pubblica adeguata e per una discussione di Consiglio.
Le opposizioni hanno ignorato la comunicazione e la proposta del Sindaco, hanno deciso di chiedere il Consiglio straordinario e poi ne chiedono il rinvio per carenza di documenti. Formidabile.
La nostra posizione: dichiarazione gruppo SI 




 

CONSIGLIO COMUNALE (28 settembre 2012)


 

Di seguito riportiamo una breve descrizione dei punti discussi nel Consiglio Comunale del 28 settembre 2012
La descrizione è volutamente “atecnica”.
Per qualsiasi chiarimento vi aspettiamo tutti i lunedì sera alle ore 21,15 presso la sede dell’Associazione Le Radici (sala al primo piano) oppure potete mandare le vostre richieste all’indirizzo mail sulbiateinsieme@gmail.com
ORDINE DEL GIORNO
1 COMUNICAZIONE COMPOSIZIONE GIUNTA COMUNALE
E’ stata comunicata la nomina di Claudio Zanoni ad Assessore Urbanistica - Edilizia – Viabilità.
La nomina è stata resa possibile dalla modifica dello Statuto Comunale avvenuta nel Consiglio Comunale del 19 luglio.
L’Assessore Zanoni è Assessore “esterno” in quanto non consigliere comunale
A seguito di questa comunicazione il Sindaco ha reso noto che con questa nomina si è raggiunto il numero massimo di Assessori (tre) previsto dalle recenti normative.
Il Sindaco poi in riferimento ad alcune affermazioni scritte o affermazioni verbali, relativamente alla eliminazione dallo statuto del divieto di nomina di assessore per chi avesse ricoperto tale carica consecutiva nei due mandati precedenti, il Sindaco ha voluto precisare che nessuna " manovra" è stata predeterminata dalla maggioranza per favorire l'ingresso di chicessia in giunta, evidenziando che nessuno dei tre assessori rientra in questo divieto o perchè non hai mai ricoperto consecutivamente due mandati o perchè sono alla loro prima nomina.
Citando poi una nota ripresa dal sito del Ministero degli Interni, viene reso noto che il divieto del terzo mandato consecutivo degli assessori è stato eliminato dalle precedenti normative legislative e quindi non è più applicabile in nessun statuto, mentre rimane ancora valido per il Sindaco, come confermato nel TUEL 267/2000.  

2 COMUNICAZIONI DEL SINDACO
Prima Comunicazione:
in data 23 Luglio 2012 la Giunta ha deliberato  la PRESA D’ATTO DELL’ACCORDO PER LA REGOLARITA’ E SICUREZZA DEL LAVORO COMPARTO DELLE COSTRUZIONI NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA  DI MONZA E BRIANZA -  ATTO DI INDIRIZZO
Questo accordo è stato siglato dal Prefetto, dal Presidente della Provincia di Monza Brianza, dai Sindaci e dalle parti sociali in data 12 Luglio 2012 a Monza.   
Con questo documento si è concordato la necessità di garantire il pieno rispetto della disciplina legislativa  in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nel comparto delle costruzioni, compresi i cantieri temporanei e mobili.
Seconda Comunicazione:
Rettifica richieste  dalle opposzioni ai verbali seduta di Consiglio Comunale  del 19 luglio 2012 richieste

3  VARIAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO 2012 CON APPLICAZIONE DI PARTE DELL’AVANZO DI AMMINISTRAZIONE  (2° PROVVEDIMENTO)
4  RICOGNIZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI E DEL MANTENIMENTO DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO DELL’ESERCIZIO 2012 (ART. 193 D. LGS N. 267/2000).
Con questa variazione sono state previsti investimenti per Euro 20.000 per sistemazione aree verdi, Euro 37.000 per acquisto arredi e attrezzature per la scuola, per gli edifici pubblici e il centro sportivo; previsti Euro 63.000 per la predisposizione del piano di recupero dell’ala vecchia di Piazza Castello e per i progetti e la direzione lavori della via Mandelli e via De Amicis: strada, ciclabili, verde e illuminazione; 50.000€ per l’acquisto di terreni per il torrente Cava.
Con l’odierna variazione viene utilizzato totalmente l’avanzo di 599.949€ dell’esercizio 2011; una prima fetta di avanzo per 420.000€ era stato destinato alla ex-filanda con decisione del Commissario che noi abbiamo confermato. Si tratta di un accantonamento tecnico che consente al Comune di avere risorse contabili autonome per ottenere il finanziamento di 800.000€, in corso d’opera confidiamo di ottenere altri contributi e interventi di aziende/operatori sponsor sulle opere da realizzare.
In questo Consiglio Comunale è stato certificato – con la delibera n. 4 -  l’equilibrio del nostro bilancio ottenuto senza ricorrere ad un aumento dell’aliquota di spettanza comunale dell’IMU. Come promesso in campagna elettorale si è dato seguito all’impegno assunto di gravare il meno possibile sulle finanze dei cittadini.

5  INTEGRAZIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE COMUNALI APPROVATO CON ATTO DI C.C. N. 55 DEL 29/10/2010 (Art. 3bis)
Per favorire le attività interne tra i gruppi consiliari e la cittadinanza si è aperta la possibilità di
concedere, in maniera gratuita, per due sere al mese, l’utilizzo della sala biblioteca per i gruppi presenti in consiglio comunale. Verrà predisposto un calendario da parte della segreteria comunale sulla base delle richieste dei gruppi. Saranno fatte salve, naturalmente, le prioritarie esigenze delle attività della Biblioteca.
Queste riunioni non devono assumere carattere di assemblee pubbliche.

6  ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE CONSULTIVA URBANISTICA (art. 15 dello Statuto).
La Commissione urbanistica avrà il compito di esprimere pareri su piani attuativi.
I Componenti della commissione consultiva, devono essere competenti in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici, devono astenersi dall'esercitare attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio comunale.
La nostra dichiarazione di voto

7  INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE FACCIAMOCI IN QUATTRO AVENTE AD OGGETTO: “SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA”
Risposta dell'Assessore Crippa


8  INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE FACCIAMOCI IN QUATTRO AVENTE AD OGGETTO: “REGISTRAZIONE DEI CONSIGLI COMUNALI”.
Risposta del Sindaco

9  INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE SULBIATE DEMOCRATICA E SOLIDALE AVENTE AD OGGETTO: “INTERVENTO IN VIA BIFFI ”.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.